GIORNATA NAZIONALE AVO

Evento in programma Domenica 23 Ottobre nel centro storico Rossano.

La sezione Avo Rossano si prepara a festeggiare la Giornata Nazionale dedicata all’Associazione dei Volontari Ospedalieri. Appuntamento domenica 23 Ottobre con un cartellone ricco di eventi.  A darne notizia Achiropita SCINO, neo presidente dell’Avo Rossano, che con soddisfazione annuncia l’allestimento di stand informativi nella mattinata di Domenica 23 Ottobre, dalle ore 10 alle ore 13:30 in Piazza Steri, dove i volontari illustreranno le attività dell’associazione  con la finalità  di  sensibilizzare la cittadinanza.

Il programma proseguirà poi nel pomeriggio, nella sala Rossa di Palazzo San Bernardino, dove a partire dalle ore 18:30, si terrà un convegno-dibattito sul tema del volontariato ospedaliero. Dopo i saluti della presidente di sezione, Achiropita SCINO, interverranno Danilo FERIGO, presidente regionale Avo con la relazione “La Donazione del Cordone Ombelicale”. A seguire la relazione di Salvatore ALOISIO, presidente dell’associazione “Carpe Diem” compagnia teatrale i “Tinti”, con la relazione “Impegno nel sociale”.

L’evento moderato da Stefania SCHIAVELLI, sarà arricchito dalle esibizioni musicali di Alfredo LAVORATO, Debora Pia PLACONA’, Serafino GAGLIARDI, Pasquale SALATINO e da un buffet finale per i partecipanti.

Si ringrazia per la collaborazione Tiziana CANNELLO e l’Amministrazione Comunale  di Rossano per il Patrocinio.

La giornata nazionale dell’Avo celebra l’impegno degli “Avolini” che quotidianamente operano nelle corsie ospedaliere, puntando alla sensibilizzare della cittadinanza sul tema. I soci dell’Avo prestano servizio gratuito una volta a settimana per due ore e mezza, dando soprattutto un aiuto morale agli ammalati. Un contributo importante per “umanizzare” gli ospedali portando alla luce i valori umani che accomunano chi aiuta e chi viene aiutato, sussurrando parole di solidarietà per coloro che si trovano a vivere la malattia nella solitudine.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta