PUNTERUOLO ROSSO, ECCO I PRIMI INTERVENTI

Tutela ambientale e riqualificazione del verde pubblico. Gli operai comunali a lavoro per la prevenzione ed il trattamento contro il proliferare del “punteruolo rosso”. L’Esecutivo ANTONIOTTI sta intervenendo su tutte le palme presenti sul territorio comunale. È necessario che anche i privati adottino le misure e le azioni previste, nel rispetto dell’ordinanza sindacale, in ottemperanza alle direttive regionali e nazionali, onde evitare che gli sforzi profusi siano vani. Per i trasgressori previste sanzioni amministrative da 500 a 3MILA euro. Intensificati i controlli. È quanto rende noto l’Ufficio comunale Ambiente e Territorio che, in collaborazione con il Servizio Fitosanitario della Regione Calabria, ha predisposto la pianificazione degli interventi. Attraverso un’ordinanza a firma del sindaco Giuseppe ANTONIOTTI, già emessa lo scorso 23 novembre 2011, si sono stabiliti tutti gli interventi e le misure fito-sanitarie che i possessori di palme presenti nel territorio comunale devono adottare, tramite un programma costante e continuo di trattamenti contro il parassita per le piante già infestate, e l’obbligo di applicare la normale attività di controllo e profilassi volto alla salvaguardia di tutte le altre palme. Nel caso in cui si manifestino i sintomi dell’attacco del punteruolo rosso – fanno sapere gli uffici – è necessario applicare le misure fito-sanitarie stabilite dalla Regione Calabria-Dipartimento 6 Agricoltura, Foreste e Forestazione Servizio Sanitario, dandone comunicazione immediata con apposita modulistica reperibile presso l’ufficio ambiente del comune e sul sito istituzionale www.rossano.eu. I proprietari delle piante da abbattere devono comunicare con almeno una settimana di anticipo, al servizio fitosanitario regionale, la data di inizio delle operazioni di abbattimento, le quali dovranno essere effettuate tempestivamente e secondo modalità atte a ridurre i rischi di diffusione del parassita. Fino ad allora, alla presenza di un ispettore fitosanitario, la palma dovrà essere messa in sicurezza con la completa copertura in film plastico o rete antinsetto. Sia per i casi sospetti che per quelli nei quali sia stata accertata infestazione in atto del fitofago, è necessario segnalare immediatamente, agli Uffici degli Ispettori fitosanitari territoriali del dipartimento di Corigliano (Tel. 0983/851385 – Fax 0983/851217), per concordare un sopralluogo degli ispettori che attiveranno la profilassi obbligatoria o interventi di eradicazione, oppure informare il Servizio Fitosanitario Regionale di Catanzaro (Tel. 0961/853110 – 853076 – Fax 0961/853067 – 852221). È obbligatorio, inoltre, comunicare al Sindaco ed al settore territorio e ambiente (anche mezzo fax al 0983/529593) ogni nuova messa a dimora di palme nell’ambito del Comune, (munite di idoneo passaporto identificativo), per poter procedere alle dovute comunicazioni alle autorità fitosanitarie ed ai successivi controlli del caso. Gli uffici competenti stanno intensificando i controlli, provvedendo al costante monitoraggio dell’intero territorio comunale, per rilevare focolai di infestazione procedendo, senza indugio, a notificare la presente ordinanza ai proprietari interessati ed in caso di inadempienza procederanno alla denuncia all’autorità giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta