Due piemontesi rimasti bloccati in Sila, tra la neve, sono stati salvati grazie al sistema “Sms locator”

Due piemontesi rimasti bloccati in Sila, tra la neve, sono stati soccorsi dal Corpo forestale dello Stato. Erano a bordo di un furgone e seguendo le indicazioni del loro gps percorrevano la strada delle vette imboccandola da Lorica per Camigliatello, nel cuore dell’altopiano Cosentino. Dopo molti chilometri, a causa dell’aumentare della neve, hanno dovuto fermare il mezzo. Non sapendo dove si trovavano, con l’avvicinarsi del buio hanno deciso di chiedere aiuto contattando direttamente la centrale operativa del 118 di Torino, la quale ha smistato la richiesta al soccorso alpino piemontese. Immediatamente è stato inviato sul cellulare di uno dei due dispersi un “Sms locator”, sistema in uso al Soccorso Alpino in via sperimentale, che permette l’esatta individuazione del cellulare destinatario del messaggio. Ottenute così le coordinate, alle 17 è stato allertato il Soccorso alpino Calabria che ha fatto partire immediatamente una squadra della Stazione Sila. I due sono stati trovati infreddoliti all’interno del loro furgoncino. Poco dopo sono stati riportati a valle. E’ la prima volta che il sistema “Sms locator” viene utilizzato, e dobbiamo riconoscere, con successo.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta