Cariati: un anno dalle elezioni amministrative 2023

Serve uno scatto da parte della politica. Forza Cariati.

Manca poco più di un anno dalle prossime elezioni comunali per il rinnovo degli amministratori del Comune di Cariati. Correva il giugno del 2018 quando fu eletta, dopo un periodo di commissariamento, per la seconda volta il Sindaco l’avvocato Filomena Greco. 

A chi scrive l’azione politico-amministrativa della governance in carica, profusa in questi anni, non ha per niente convinto. Personalmente dando piena fiducia e alla cieca a tale compagine politica non riscontro oggi quanto speravo.

Seppure in presenza d’un Comune praticamente fallito mi aspettavo di sicuro qualcosa in più in termini di progettualità, prossimità dell’azione, rilancio economico/sociale, vicinanza alla comunità e non il solito eco di rimbalzo delle responsabilità agli anni passati. 

È mancata l’idea chiave e forte di Paese. Un progetto attorno al quale costruire il domani sia in termini di sostentantamento economico che di aggregazione dei cittadini.  

Filomena Greco sapeva di sottoporsi a un’ardua prova. Tanto da fare l’impossibile per diventare Primo cittadino. È ovvio che un Comune, senza risorse umane e finanziare, non può funzionare, nemmeno facendo i miracoli, ma si possono realizzare e impostare cose visibili e minime con l’impegno diretto sul campo e nel lavoro degli amministratori, come sono chiamati a fare, ahimè, molti di essi che governano un piccolo Comune. 

Ed è proprio nella capacità di cogliere, da parte del sottoscritto, il cambiamento rispetto al passato che è venuto meno. Desiderio giusto, e non prematuro, è comprendere allora cosa bolle in pentola e come si sta pensando di organizzare il futuro prossimo del paese. 

Spero tanto in persone che intendono impegnarsi e cha abbiano una concreta visione d’insieme della comunità. E’ fin troppo noto, ad esempio, il disastro dell’igiene, del verde e del decoro urbano e non ultimo il dissesto di strade e marciapiedi, tanto per cominciare e al quale si é messa una “pezza” negli ultimi mesi.

Serve uno scatto in avanti da parte della politica. Una strategia permanente, ampia e non occasionale o emergenziale, che abbia al centro il tema paese. E, soprattutto, bisogna creare occasioni per far restare in loco i più giovani. C’è bisogno di gente che scenda in campo, con passione e determinazione, pronta ad assumersi la sua concreta parte di responsabilità in un percorso che si presenta tortuoso ma non impossibile. Forza Cariati! 

Nicola Campoli 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta