CALABRIA JONES, GIACOBBO CHIUDE A REGGIO

CATANZARO (15.9.2012)- “Sono venuto nella vostra terra, su invito dell’Assessore Regionale alla Cultura, per incontrare i ragazzi di “Calabria Jones” perché sono loro la pianta da seminare. E’ a loro che dev’essere indirizzata la cultura di questa terra, che non dev’essere mai saccente ma alla portata di tutti”. Nell’ ultimo passo” del tour calabrese, Roberto Giacobbo, conduttore di “Voyager”, ha visitato a Reggio Calabria, insieme all’Assessore Regionale alla Cultura Mario Caligiuri, prima la Chiesa degli Ottimati e poi i Bronzi di Riace. Nella Chiesa, Giacobbo, dove era atteso dallo studioso locale Giovanni Pascale, si e’ soffermato sulle particolarità del pavimento, opera di maestri bizantini del XII secolo. E’ un libro di pietra che, con il suo significato simbolico, illustra un linguaggio universale. Ai suoi angoli estremi sono presenti quattro strutture triangolari che inscrivono altri triangoli interni. Ma la particolarità da rilevare è che questi elementi geometrici sono stati scoperti dalla scienza della geometria frattale solo nel 1915. Si tratta dei triangoli di Sierpinski, dal nome del matematico polacco che per primo li descrisse. Quattro di questi triangoli erano presenti già dal XII secolo nella chiesa degli Ottimati di Reggio Calabria. In essa oltre ad un bellissimo altare barocco e agli stemmi di alcune delle famiglie nobili della Citta’, sempre sui mosaici del pavimento si può notare la croce greca, simbolo della Calabria, inscritta in una rosa quadrilobata stilizzata. L’ultima tappa e’ stata Palazzo Campanella, sede dell’Assemblea Regionale, dove sono temporaneamente custoditi i Bronzi di Riace, riemersi dal mare proprio quarant’anni fa. “Per la prima volta – ha sottolineato il giornalista Rai – vedo i Bronzi cosi’ da vicino. Sono una fantastica ricchezza. Rimango ammirato e ammirati sono tutti quelli che per vederli arrivano fino a Reggio Calabria”. Giacobbo ha quindi sottolineato come i recenti studi sui bronzi rivelino molti aspetti scientifici da raccontare e valorizzare.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta