π—₯π—”π—£π—”π—‘π—œ: Β«π—–π—˜π—‘π—§π—₯𝗒 π—–π—’π—©π—œπ—— 𝗖𝗒𝗑 π—£π—˜π—₯π—¦π—’π—‘π—”π—Ÿπ—˜ π—˜ π— π—˜π—­π—­π—œ, 𝗒 π—‘π—¨π—Ÿπ—Ÿπ—”Β»

Il dirigente di FdI: Β«Concentrarsi sulla sola emergenza causerΓ  la chiusura di altri reparti e non lo possiamo consentireΒ»

CORIGLIANO ROSSANO β€’ Β«Centro Covid all’ospedale di Rossano? A patto che la struttura sia dotata degli uomini, strumenti e mezzi adeguati in numero e qualitΓ . Solo allora potremo condividere la soddisfazione del sindaco di Corigliano Rossano. L’istituzione del polo Covid-19, per l’intero comprensorio jonico della Sibaritide, nello Spoke Corigliano-Rossano deve rappresentare un primo passo importante e necessario per l’indispensabile ripristino dell’originaria struttura ospedaliera in spoke di secondo livello.

La decisione assunta dall’Asp deve condurre inevitabilmente al potenziamento dei reparti, del personale e dei posti letto tagliati allo spoke, in barba a qualunque logica sanitaria o di semplice buonsenso. Ma dovrΓ  servire anche a creare una UnitΓ  operativa complessa di Malattie infettive oltre a quella prevista di Pneumologia. E si badi bene, nessuno sogni un qualsiasi scippo al termine dell’emergenza, perchΓ© questo territorio, gli ospedali di Corigliano Rossano, di barbarie ne hanno subΓ¬te giΓ  abbastanza.
In attesa del promesso ospedale β€œhub” della Sibaritide e si costituisca un β€œtavolo di trattativa” con la Regione. Noi, come Fratelli d’Italia, una delle componenti della maggioranza del governo regionale, faremo la nostra parte.
E poi pensiamo alla riapertura degli ospedali di β€œfrontiera” di Cariati e Trebisacce, a partire da adeguati pronto soccorso. Il sindaco, l’Asp e la direzione sanitaria ne approfittino per far leva sul governo centrale che prevede l’assunzione di 20mila tra medici e infermieri, piuttosto che pensare a elemosinare disponibilitΓ  al personale dello spoke di Corigliano Rossano, giΓ  sottodimensionato. Senza nuovo personale β€œpermanente”, bisognerΓ  negarsi a tal punto da far saltare il Centro Covid, perchΓ© la pianta organica giΓ  all’osso comporterΓ  la chiusura di altri reparti per compensare sull’emergenza. E questo non lo possiamo consentireΒ».

Ernesto Rapani, dirigente nazionale di Fratelli d’Italia.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta