CARBONE,NÉ CONTRARI NÉ FAVOREVOLI MFE: SIAMO SOLO PER IL CONFRONTO NESSUNA SMENTITA A SOLE 24 ORE. ANDIAMO A CIVITAVECCHIA!

CARBONE,NÉ CONTRARI NÉ FAVOREVOLI MFE: SIAMO SOLO PER IL CONFRONTO NESSUNA SMENTITA A SOLE 24 ORE. ANDIAMO A CIVITAVECCHIA! ROSSANO (Cs), Martedì 15 Marzo – Progetto di riconversione a carbone della centrale Enel di Rossano. Il MFE, smentisce e ribadisce la propria posizione. Non siamo né favorevoli (come il CORICER) né contrari (come il Forum Ambiente ed altri). Siamo, invece, convinti del confronto nel merito, sia tecnico sia con altri territori. Non si è conoscenza, inoltre, di smentite (queste sì, fantomatiche!), né da parte di Altroconsumo, né di altre associazioni o istituzioni, rispetto alla notizia, diffusa, non da Rossano, ma dal quotidiano nazionale “Il Sole 24 Ore” del 26.7.2010, secondo il quale, a Civitavecchia verrebbero prodotte rose, gerani, spigole e orate, grazie allo sfruttamento dell’acqua utilizzata nei processi di raffreddamento della mega centrale a carbone (più del doppio di quella prevista a Rossano), ubicata in quella Città. Precisati, ancora una volta, gli esatti termini della questione, la sezione MFE di Rossano, ribadendo la necessità di non rifiutare pregiudizialmente i confronti e le comparazioni territoriali, rigettando al mittente un antagonismo da crociata medioevale che non serve a nessuno, lancia una provocazione: togliamoci tutti i dubbi, andiamo insieme a verificare, sul posto, a Civitavecchia, se quanto raccontato da “Il Sole 24 Ore” è vero oppure no! Non siamo – sostiene il Movimento Federalista Europeo – né contrari né favorevoli alla riconversione a carbone della centrale Enel di Rossano. Chi pensa di poter attribuire posizioni pregiudiziali al nostro movimento, dice il falso sapendo di mentire. Lo abbiamo già detto. Senza equivoci. Lo ribadiamo ancora una volta. Non siamo il CORICER che, legittimamente, si dichiara favorevole. Ma non siamo neppure il comitato contro il carbone. Questo modo di schierarci a prescindere non ci appartiene, perché crea confusione sulle questioni, alimenta allarmismo e odio, disinformazione, delegittimazioni personali ed inquina la stessa serenità del dibattito sociale. Diversamente, per ogni questione che riguarda il futuro di questo e di altri territori, come MFE siamo soltanto per il confronto tecnico e soprattutto con altri territori, in Italia ed in Europa, che stanno già sperimentando ipotesi di crescita e di sviluppo sostenibili, esempi perfettamente compatibili con tutela dell’ambiente, con turismo e agricoltura non a nero (come purtroppo succede nella Sibaritide!), ma effettivamente redditizi e motori di sviluppo. Se, ancora una volta, si ha paura del solo confronto, ne prendiamo atto, evitando di cedere a facili strumentalizzazioni ed astenendoci dal giudicare questo atteggiamento che, probabilmente, si commenta da solo.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta