Al Pronto soccorso di Corigliano-Rossano, distrugge tutto e aggredisce i medici: arrestato un 23enne

Notte complicata all’ospedale “Guido Compagna” di Corigliano-Rossano, dove un paziente in evidente stato di alterazione, ha seriamente danneggiato i locali del presidio sanitario e ha aggredito un medico, il personale infermieristico e un carabiniere.

In merito appare opportuno premettere che la notizia che segue viene diffusa per garantire il diritto alla cronaca e nel rispetto dei diritti dell’indagato – ancora da doversi ritenere soggetto alla presunzione di innocenza attesa l’attuale fase del procedimento, le cui responsabilità penali potranno essere acclarate solo attraverso le relative sentenze divenute irrevocabili, ndr.

Il giovane, già noto ai sanitari e alle Forze dell’Ordine, avrebbe perso il lume della ragione e ha distrutto porte, suppellettili e computer all’interno dello Spoke di Corigliano. Il tempestivo l’intervento dei Carabinieri del Reparto Territoriale di Corigliano-Rossano e della Compagnia di Intervento Operativo del 14° Battaglione “Calabria” ha limitato la devastazione nei locali ospedalieri da parte del giovane coriglianese e, nonostante si fosse dovuto interrompere il servizio di Pronto Soccorso, si sono adoperati affinché le condizioni del nosocomio fossero ristabilite nel minor tempo possibile e venisse ripristinato il servizio a favore della cittadinanza.

Il paziente con un’operazione non facile è stato arrestato dai Militari per danneggiamento, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Il responsabile, su disposizione del PM di turno è stato sottoposto agli arresti domiciliari dove rimarrà a disposizione della Procura della Repubblica di Castrovillari diretta dal Procuratore Alessandro D’Alessio.

La condotta del giovane coriglianese verrà ora sottoposta al giudizio durate l’udienza per direttissima.

Corigliano Rossano, 3 dicembre 2023

Print Friendly, PDF & Email

Visits: 570

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta