COMUNICATO STAMPA dal Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico Di Cariati

In premessa mi preme sottolineare che la scuola ha scelto come risposta alle polemiche il silenzio e che è solo per un dovere di chiarezza, al fine di evitare il dilagare di notizie fuorvianti , che in qualità di  dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore di Cariati (che comprende anche il Liceo Scientifico Stefano Patrizi), sento la necessità di rivolgermi direttamente ai genitori dei giovani studenti cariatesi chiamati a scegliere l’indirizzo di studi che li porterà a realizzare il loro progetto di vita, per tranquillizzarli e far capire loro che nessuno porterà i loro figli a iscriversi al liceo Scientifico aperto in un altro territorio.

Infatti, in questi giorni serpeggia la falsa notizia che gli alunni di Cariati che sceglieranno il Liceo, verranno “spostati” a Mirto. A pochi giorni dal termine stabilito per le iscrizioni, i docenti impegnati nelle attività di orientamento, dopo aver registrato un gran numero di consensi circa la scelta dell’indirizzo del liceo scientifico, si sono ritrovati a fronteggiare il ripensamento dei genitori, preoccupati che i loro figli saranno “ spostati”a Mirto. Il Liceo diCariati ha da decenni la titolarità della sede staccata del Liceo scientifico di Longobucco e questo non ha mai significato nel tempo lo spostamento degli studenti di Cariati a Longobucco, né di quelli di Longobucco a Cariati.

Stento a capire se una tale notizia sia il risultato di una cattiva informazione, o piuttosto un subdolo tentativo di boicottaggio. Gli alunni cariatesi orientati alla scelta degli studi liceali possono tranquillamente scegliere il glorioso Liceo scientifico Stefano Patrizi di Cariati, senza alcun timore di ritrovarsi iscritti da un’altra parte. Del resto, a supporto di tale libertà di scelta interviene il regolamento del MIUR, Ministero dell’Istruzione, in base al quale le iscrizioni si effettuano on line e che solo i genitori degli studenti sono abilitati a ad effettuare le iscrizioni e, quant’anche dovessero chiedere supporto alla scuola per eventuali difficoltà, sono chiamati comunque a sovrintendere le operazioni di iscrizione.

Se la scelleratezza di certe notizie ha generato tale timore, è giusto rasserenare gli animi di questi genitori chiarendo che la presenza di un Liceo Scientifico sul territorio di Mirto Crosia non significa affatto che il Liceo di Cariati non ci sarà più. Anzi è vero il contrario perché il Liceo di Cariati è una scuola sana, consolidata, dotata di un corpo docente che, nonostante i tentativi di gettare discredito e mettere in evidenza una mancanza di unione e coesione, accusati di scelte irresponsabili, in realtà sono grandi professionisti che in questi giorni stanno lavorando alacremente all’Orientamento per offrire alle famiglie suggerimenti ed indicazioni orientativi,  a Cariati e in tutto l’hinterland, per presentare un’offerta formativa molto valida e variegata, docenti che quotidianamente insegnano ai loro studenti a pensare e ad utilizzare la propria testa  e che , pertanto, sono abituati ad esprimere le loro opinioni e il loro dissenso sapendo di esercitare un diritto, senza alcun bisogno  di fare le cose in fretta e di nascosto.

Le notizie sbagliate purtroppo disorientano e rischiano di creare danni notevoli alla scuola e al territorio che solo i genitori possono scongiurare guidando i loro figli verso una scelta serena e consapevole, sapendo che nel momento in cui effettueranno la loro scelta lo faranno attraverso l’utilizzo di un codice ministeriale che contraddistingue ogni singola scuola ed il codice del Liceo Scientifico di Cariati è diverso da quello di Mirto.

Se per il territorio di Mirto  si sono fatte alcune scelte, ritengo che sia assolutamente legittimo , ma si tratta di scelte che non inficiano la stabilità, l’affidabilità e la credibilità del Liceo di Cariati.

Mi sembra evidente che per Mirto si sono cercate soluzioni che potessero soddisfare le esigenze della popolazione scolastica di quel territorio senza pensare minimamente di nuocere a chi ha lo stesso indirizzo di studi e può offrire ai suoi studenti un ampio ventaglio di offerta formativa.

L’amministrazione comunale di Cariati, attenta alle esigenze del territorio, saprà essere altrettanto in grado di individuare nuove proposte ed opportunità per i giovani chiamati a scegliere la scuola Superiore

La realtà attuale vede sia Mirto che Cariati dotati di un Liceo Scientifico … spetta al buonsenso dell’utenza effettuare una scelta oculata ed equilibrata valutando tutte le difficoltà che derivano dal pendolarismo.

E’ il caso di sottolineare che Dimensionamento Scolastico  rappresenta l’atto di programmazione della rete scolastica e dell’offerta formativa sul territorio provinciale in relazione alle scuole di competenza dell’Ente e sulla base degli indirizzi regionali, e non una decisione dei docenti  di Cariati, distinti tra quelli del liceo e quelli del professionale. Al riguardo la scuola è stata chiamata unicamente ad esprimere un parere obbligatorio ma non vincolante e lo ha fatto attraverso l’organo collegiale che è rappresentativo di tutte le componenti scolastiche, vale a dire il consiglio d’Istituto, presieduto da un genitore e composto da docenti, alunni, genitori e personale ATA, e soprattutto lo ha fatto nei tempi  e nelle modalità richieste  e non in gran fretta e in gran segreto.

Puntare il dito contro i docenti, distinguendoli tra docenti del liceo e docenti del professionale, tra chi ha detto si e chi ha detto no,  è sbagliato e riduttivo e si sminuisce la responsabilità della partecipazione ai processi decisionali.

I docenti dell’Istituto di Istruzione Superiore di Cariati non sono degli irresponsabili che operano scelte imprudenti senza valutarne le conseguenze. Sono educatori impegnati quotidianamente a dare il loro contributo alla formazione di cittadini consapevoli e allo sviluppo e alla valorizzazione del territorio in cui operano ed il Dirigente Scolastico è vicino a loro, perché siamo una Comunità educante che crede fortemente che la scuola abbia il compito di insegnare ai giovani a problematizzare la realtà, a rifiutare certezze e verità prefabbricate. Siamo una scuola che educa alla riflessione e al pensiero critico per formare cittadini che pensano con la propria testa, una scuola che è palestra di democrazia ,  palestra di ascolto e di costruzione di spirito critico.

 Distinti saluti

Cariati, li 02.02.2017

Il Dirigente Scolastico

Dott.ssa Ornella Campana

 Firma autografa sostituita a mezzo stampa

              Ex art.3,c.3D.Lgs.n.39 del 12.02.1993

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta