SUCCESSO DEL LANCIO PER LA SONDA MoCRiS

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Finalmente le condizioni meteo hanno permesso il lancio del pallone aerostatico del progetto MoCRiS (Measurement of Cosmic Ray in Stratosphere). Sabato 8 giugno dal bellissimo parco attorno alla chiesa di S. Lorenzo sul lago Cecita, intorno alle 11:20, gli alunni della IV A del Liceo Scientifico di Cariati hanno portato a conclusione il percorso di alternanza scuola lavoro su tale progetto che li ha portati ad approfondire importanti aspetti delle tecnologie spaziali, della fisica e dell’astronautica.
Il progetto MoCRiS (Measurement of Cosmic Ray in Stratosphere) nasce da una collaborazione tra l’ABProject, INFN-OCRA (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Outreach Cosmic Ray Activities) ed il Liceo Scientifico di Cariati MoCRiS.
Il pallone ha portato, fino alla quota di 34111 metri nella stratosfera a -32°C, una sonda con diversi esperimenti scientifici tra cui due rivelatori di particelle di tipo ArduSiPM sviluppati dall’INFN Roma per studiare la variazione del flusso di raggi cosmici in funzione della quota.
Nella sonda erano presenti, inoltre, un raccoglitore di polvere spaziale e micrometeoriti ed una colonia di tardigradi, al fine di studiare la capacità di questi organismi di sopravvivere in condizioni estreme e di camere ad alta risoluzione per riprendere immagini e video spettacolari della Calabria vista dal vicino Spazio.
Collaborano al progetto il prof. Domenico Liguori ed i suoi studenti, il dott. Valerio Bocci e dott. Francesco Iacoangeli dell’INFN di Roma, il dott. Antonino Brosio e l’Ing. Antonella Tripodi dell’ABProject e del Parco Astronomico Lilio, il dott. Nicola Mari ricercatore esperto di geologia planetaria dell’Università di Glasgow, i dott. Rocco Dominici e Paola Donato del dipartimento DiBEST dell’UNICAL.
Un ringraziamento particolare al D.S. del Liceo Scientifico di Cariati, prof. Franco Murano che ha creduto in questo progetto e si è detto molto soddisfatto per la sua ricaduta didattica.
Un ringraziamento anche alla troupe di RAI 3 Calabria con la dott.ssa Carla Monaco e Calamita Educational di RAI 3 per aver ripreso e documentato l’evento.
D. Liguori

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta