CARIATI. COVID-19, RIUNIONI GIUNTE IN MODALITÀ TELEMATICA

APPROVATO DECRETO LINEE GUIDA E MISURE SEMPLIFICAZIONI

COMUNICATOSTAMPA N.64– FONTE: COMUNE DI CARIATI (Cs) – 24.3.2020


TEMPESTIVITÀ AZIONE AMMINISTRATIVA IN EMERGENZA

Cariati (Cs), martedì24 marzo 2020 –Emergenza Covid-19 (Coronavirus), ok allo svolgimento delle sedute in modalità telematica della giunta municipale. Obiettivo: garantire la funzionalità degli organi istituzionali e favorire una maggiore efficacia e tempestività dell’azione amministrativa rispetto all’esigenza di porre in essere interventi emergenziali.

È quanto contenuto nel decreto firmato ieri (lunedì 23) dal Sindaco Facente Funzioni Ines Scalioti che definisce le linee guida relative allo svolgimento delle sedute dell’Esecutivo con la possibilità degli amministratori, dei dipendenti, del Segretario comunale di parteciparvi a distanza in videoconferenza, teleconferenza, audio conferenza o altra modalità telematica.

Misure di semplificazione in materia di organi collegiali, il presidente vicario del consiglio comunale Francesco Cicciù ha provveduto ad approvare il documento relativo allo stesso metodo da applicare all’assise civica.

Il collegamento audio/video – è specificato nel documento – deve essere idoneo a garantire la possibilità di accertare l’identità dei componenti degli Organi che intervengono in audio conferenza, videoconferenza e teleconferenza, a regolare lo svolgimento dell’adunanza, a constatare e proclamare i risultati della votazione; a consentire al Segretario comunale di percepire quanto accade e viene deliberato nel corso della seduta della Giunta comunale; a consentire a tutti i componenti della Giunta di partecipare alla discussione e alla votazione simultanea sugli argomenti all’ordine del giorno. La presenza alla seduta si intende accertata con il collegamento alla videoconferenza, secondo le modalità indicate nel presente atto; per le sedute del Consiglio comunale la pubblicità della seduta sarà garantita mediante il collegamento ai programmi dei Consiglieri comunali e/o con un collegamento dedicato in streaming e/o altra forma equivalente, assicurando la visione da parte dei cittadini senza possibilità d’intervento.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta