Turismo: Cariati una Paese ammutolito!

Il comune sentimento, che si percepisce andando in giro per Cariati, è di un Paese forzatamente silenziato. La stagione estiva è arrivata, ma si può dire tranquillamente, a voce alta, che non si vede. Camminando per le strade e frequentando le spiagge tutto è molto “appassito” non si notano elementi di “fioritura estiva”.

Anzi. Le preoccupazioni sono tante, perché si possa replicare, durante la settimana di Ferragosto, il problema delle fogne che non reggono così il maggiore carico di presenze in loco, cosa già accaduta lo scorso anno. Ebbene di un Paese dormiente e poco reattivo alla bella stagione nessuno, tuttavia, ne vuole parlare.

Tutti sono ammutoliti e nessuno, mi riferisco in particolare agli operatori turistici, vuole denunciare ciò che manca e cosa si sarebbe aspettato di nuovo rispetto lo scorso anno. In fondo, è così che nel tempo si matura una personalità turistica e un posizionamento nel panorama regionale e nazionale, se non vogliamo scomodare il livello internazionale. 

L’atteggiamento è quello di volersi accontentare del “poco” meglio del “pochissimo”, timorosi di manifestare le proprie riflessioni critiche, riguardo un perimetro cittadino che meriterebbe tutt’altri interventi. È noto a molti, ahimè da troppi anni, che per costruire una stagione estiva, che cresca in termini di volumi di presenze di anno in anno, va impostato un confronto serio con gli operatori di settore e tutte le parti interessate. 

In tal modo per davvero, e non a chiacchiere, si andrebbe a valorizzare e promozionare l’immenso patrimonio storico, artistico e paesaggistico del quale è ricca, per fortuna, Cariati. Essa ha bisogno di scelte precise, significative, nette e necessità di un solido patto fra operatori, cittadini e amministratori. Un patto duraturo e poggiato su forti basi che consenta di avere prospettive condivise per le quali valga la pena di “buttare” il cuore oltre l’ostacolo. Ma tutto ciò fa parte, come ha già fatto parte da tempo come scriviamo su cariatiNet.it, del libro dei sogni. 

Sveglia Sindaco Greco, Assessori e maggioranza consiliare. Personalmente non mi stancherò mai di evidenziarlo. Cariati merita altra cura e attenzione. Quanto state facendo, se state facendo (!!) non basta. Ve ne siete accorti?! Basta che fate un giro e parlate con la gente che frequenta da tempo il Paese e che non è contenta. E possiamo, anzi dobbiamo ricordarci, che Cariati è una perla della costa ionica e noi dobbiamo farne tesoro. 

Nicola Campoli 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta