MARCIA INDIETRO DELLA MAGGIORANZA SUL REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ATTI

Nel regolamento approvato nella seduta consiliare del 20.11.2018 sono stati recepiti e inseriti tutti i punti

Esprimiamo soddisfazione per l’approvazione del Regolamento di accesso agli atti da parte dei Consiglieri comunali che ha visto il nostro voto convinto insieme a tutti gli altri consiglieri comunali.

Nella seduta di Consiglio comunale di ieri, infatti, sono state accolte tutte le modifiche che come gruppo consiliare avevamo proposto con il ricorso al TAR Calabria presentato nei giorni scorsi e la maggioranza ha fatto una clamorosa MARCIA INDIETRO, rimangiando tutte le tesi che aveva sostenuto al momento dell’approvazione del primo regolamento ad agosto 2018.

Nella seduta di consiglio comunale del 29 agosto, al momento dell’approvazione del primo regolamento, avevamo manifestato la nostra contrarietà e denunciato la totale illegittimità dello stesso, difeso, però, a spada tratta da autorevoli esponenti della maggioranza. Già in quella sede avevamo annunciato che ci saremmo rivolti al TAR Calabria per chiedere l’annullamento di quel regolamento.

Il 29 ottobre abbiamo notificato il nostro ricorso, che sicuramente avrebbe trovato pieno accoglimento con le conseguenti necessarie modifiche da parte del consiglio comunale di Cariati.

Dopo il nostro ricorso al TAR e l’insediamento della nuova Segretaria comunale, la maggioranza resasi forse conto delle tante illegittimità presenti nel regolamento, ha manifestato disponibilità a rivedere lo stesso ed a accogliere i nostri rilievi.

Nel regolamento approvato nella seduta consiliare del 20.11.2018 sono stati recepiti e inseriti tutti i punti che noi consiglieri di minoranza avevamo proposto nel ricorso presentato nei giorni scorsi al TAR della Calabria.

Una grande vittoria per la democrazia che elimina tutte quelle assurde motivazioni che erano state previste nel testo del primo regolamento e che precludevano fortemente l’esercizio del mandato dei consiglieri comunali.

Un doveroso apprezzamento va manifestato alla Segretaria comunale che dall’inizio ha sostenuto le nostre ragioni, avendo constatato la bontà dei rilievi dei consiglieri di minoranza.

Come consiglieri comunali responsabili del ruolo popolare e democratico che abbiamo ricevuto, sentiamo il dovere di dare atto ai segnali di apertura e collaborazione dimostrata dal sindaco e dal vicesindaco per giungere alla stesura del nuovo regolamento rispettoso dei diritti dei consiglieri comunali. Considerato il clima di collaborazione ed i toni pacati, del tutto fuori luogo ed inappropriato è risultato invece l’intervento di una consigliera di maggioranza, probabilmente poco favorevole all’approvazione unanime e certamente fomentata da qualche membro della giunta a cui non andava bene la nuova stesura del regolamento.

Così come, ci dispiace dover constatare che la solita stampa faziosa volutamente faccia passare messaggi distorti e partecipi ai cittadini circostanze e fatti poco conformi alla realtà che, per quanto attiene all’approvazione del regolamento di accesso agli atti, è sicuramente ben diversa da quella riportata.

Certamente ieri è stato raggiunto un importante traguardo: “la morte del regolamento bavaglio” a vantaggio di un regolamento che tutela pienamente i Diritti dei consiglieri e che ripristina pienamente la Libertà e la Democrazia.

Questo era l’obiettivo del gruppo consiliare di minoranza e di tutta la compagine civica che la sostiene. La velleità di contenziosi giurisdizionali a tutti i costi non ci appartiene, ecco perché siamo disponibili a rinunciare alla vertenza aperta dinanzi al TAR, fermo restando il nostro impegno forte e determinato nella difesa della dignità e dei diritti dei consiglieri comunali che vogliamo esercitare nell’esclusivo interesse dei cittadini nel rispetto del mandato popolare ricevuto.

GRUPPO CONSILIARE CARIATI UNITA
COORDINAMENTO UNIONE CIVICA CARIATI UNITA

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta