Cavalcata “A’ Lifànda”

Nel giorno della festa della Repubblica un gruppo di camminatori guidati da Nicola Abruzzese titolare della pagina Facebook “Il territorio prima di tutto” con la collaborazione di Nunzio Funaro del gruppo “Jonio Wild” di Cariati e il torrentista Saverio Talerico, per la prima volta sono andati a cavalcare “A’ Lifànda” il più grande elefante della Calabria e tra i più grandi al mondo, si tratta di un monolite dalle sembianze di un grande mammifero con la proboscide scoperto, appunto, da Amedeo Fusco e Nicola Abruzzese nell’estate del 2020, mentre, passeggiavano per conoscere meglio il proprio territorio, hanno notato questa somiglianza con l’elefante e ieri con un gruppo di amici e appassionati della natura sono andati a vederla da vicino.

Ci auguriamo magari in futuro di approfondire la conoscenza di questo pezzo di territorio di infinita bellezza e tutto da scoprire, con grotte roccie ed una biodiversità unica. Il posto si trova sulle “CHIATE ERU VITUSELLU” nella “Timpa dell’Avvoltoio” Alla camminata erano presenti anche il Presidente Onorario Francesco Sicilia, la Vice Presidente Savina Sicilia e il cassiere del Circolo Legambiente Nicà di Scala Coeli Mauro Benvenuto, oltre agli amici di Torino e di Roma che per l’occasione erano in vacanza a Scala Coeli.

Il cammino è iniziato intorno alle ore 10:00 e dopo una breve salita con una pendenza del 60/70 % si arriva fino al costone della località “Z” proseguendo sullo sterrato direzione “Timpa dell’Avvoltoio” a destra i camminatori hanno avuto modo di godere di un panorama di infinita bellezza, tra cui la valle del Vitusello o del Morenile, mentre sulla sinistra hanno ammirato la BioValle del Nicà.
Il percorso è proseguito tra salite e discese costeggiando il bosco nella natura incontaminata tra le bellezze naturali del territorio molto ben conservato fino a raggiungere la vetta le “Dolomiti dello Jonio” a quota 563 metri di altezza sul livello del mare.
Da qui si è potuto ammirare tutto il versante Jonico Magno Greco, le colline della Sila Greca, il Marchesato, la piana di Sibari e il Golfo di Taranto.
Dopo la camminata nella natura incontaminata una parte del gruppo ha voluto visitare il piccolo borgo di Scala Coeli e le grotte rupestri “E RUTT”, i visitatori sono rimasti esterrefatti della bellezza delle grotte e del Borgo.
Viste le tantissime richieste già pervenute tramite i social network sicuramente prossimamente con la collaborazione anche dei responsabili del gruppo camminatori di Crosia Cataldo Papparella e Roberto Alvaro organizzeremo altre camminate nel territorio.

Scala Coeli 03 giugno 2021

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta