Caro Sindaco Santoro . . . a Terravecchia “case a un euro”? !

Un’occasione da perseguire e alimentare anche attraverso una regia del Governo centrale

Caro Sindaco Santoro, 

l’iniziativa delle “case a un euro” nel centro storico del Comune di Sambuca in Sicilia, a cavallo tra le province di Trapani e Agrigento, è di sicuro un’ottima idea per rivitalizzare territori del nostro Paese che, ahimè, subiscono da tempo l’inesorabile fenomeno dello spopolamento. 

Si tratta in effetti di un copione già visto in precedenza in tanti altri micro paesi disseminati lungo la nostra amata penisola e se non sbaglio con repliche anche in Calabria. Dove se la memoria ancora mi aiuta ricordo un simile esempio nel Comune di Morano Calabro. 

Bravi, allora, gli amministratori locali che hanno pensato di avviare il progetto che porterà, senza dubbio, a rivitalizzare e rilanciare sul piano turistico l’antico borgo di origini saracene. 

Sarebbe forse l’ora che tanti altri piccoli Comuni italiani, veri scrigni d’arte a cielo aperto, mutuerebbero il progetto con il coinvolgimento delle nuove generazioni, che si trovano costrette a emigrare per cogliere opportunità di lavoro. 

Ciò rappresenterebbe, quindi, un positivo volano per l’economia di molti micro borghi, che tra memoria storica e scenari naturalistici hanno di sicuro tutte le potenzialità per attirare un turismo internazionale di qualità e di nicchia. 

Un’occasione da perseguire e alimentare anche attraverso una regia da parte del Governo centrale. Il rischio che si corre è che molti di questi territori rischiano l’estinzione e l’abbandono, se non si creeranno a stretto giro forme di volano economico. Questo malanno è ormai noto a tutti e, quindi, merita attenzione. 

Termino allora, Caro Sindaco Santoro, con una riflessione. Il Comune di Terravecchia potrebbe intraprendere un’idea simile? 

Non mi resta che scusarmi anticipatamente con Te se ogni qualvolta che leggo e apprendo di iniziative, che interessano i piccoli Comuni, il pensiero mi riportata al piccolo territorio terravecchiese, che considero una piacevole realtà e cui sono particolarmente legato da tanti anni. Mi auguro vivamente che Tu mi creda. 

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta