Cariati, centro storico: mi scuso dell’errore

Una rampa di accesso per disabili è tutt’altra cosa

Sento la necessità, e altrettanto il dovere, di scusarmi con l’interior designer Cataldo Formaro. Mosso dalla mia solita velocità e dall’amore per Cariati sono incorso in un errore dal quale di conseguenza si è alimentata della confusione tra i lettori. 

Erroneamente ho indicato con il termine “rampa di accesso per disabili” – il nuovo progetto sul quale si sta concentrando il neo delegato Aldo Fortino – un semplice intervento di livellamento nella pavimentazione della salita che porta al centro storico. 

Un lavoro che, laddove raccogliesse le necessarie autorizzazioni comunali, andrà a garantire semplicemente una percorribilità del tratto stradale più agevole ad anziani, disabili e persone comuni che stentano per varie ragioni nel percorrere la salita. 

Pertanto, una rampa di accesso per disabili è tutt’altra cosa e l’interior designer Formaro ben conosce professionalmente, e per lunga storia familiare, cosa significhi progettarla e come si realizza la sua messa in opera.

Lungi da me voler esporre l’interior designer Cataldo Formaro, noto professionista conosciuto in Italia e all’estero, a commenti fuori luogo, che sono stati postati nei suoi riguardi sulla pagina facebook di cariatiNet.it. 

Confido, comunque, nell’apporto alla nobile causa da parte dell’interior designer Formaro, esclusivamente nella definizione di un progetto che faciliti la salita a persone che potrebbero trovare beneficio dal livellamento della strada. 

Nicola Campoli 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta