IL LICEO DI CARIATI ADERISCE AL PROGETTO LIVING PEACE INTERNATIONAL

Il Progetto Living Peace International (http://livingpeaceinternational.org/it/) è un percorso di educazione per la pace. Non è una disciplina in più, ma un percorso in cui si punta a sviluppare la creatività e l’autonomia degli alunni nell’affrontare le problematiche, imparando a dialogare e a sperimentarsi, così da acquisire consapevolezza delle proprie risorse nel sentirsi, come diceva don Milani, ognuno responsabile di tutto.
“Poiché le guerre cominciano nelle menti degli uomini, è nelle menti degli uomini che si devono costruire le difese della Pace.” (Costituzione Unesco)
Basterebbe questa citazione per capire l’estrema rilevanza che l’educazione per la pace dovrebbe avere nell’ambito della formazione di ogni abitante della terra. Per cui è di estrema attualità e importanza la Dichiarazione sul diritto alla pace approvata nel 2016 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite; un documento in cui, per la prima volta, si stabilisce che tutti gli esseri umani hanno diritto di godere della pace. In essa si riconosce inoltre che la pace non è solo assenza di guerra, bensì un diritto umano fondamentale che richiede “un processo partecipativo positivo e dinamico, in cui il dialogo è incoraggiato ed i conflitti vengono risolti in spirito di reciproca comprensione e cooperazione” (A/C.3/71/L.29, Preambolo). Dei soli cinque articoli della Dichiarazione, uno, il quarto, è dedicato all’educazione per la pace al fine di “rafforzare fra tutti gli esseri umani lo spirito di tolleranza, dialogo, cooperazione e solidarietà”.
Fra le tante attività proposte dall’organizzazione del Living Peace, ispirate anche ai temi proposti da Chiara Lubich [1920-2008] fondatrice del movimento dei Focolari, i Liceali di Cariati hanno aderito al “Time Out”. La responsabile del progetto, la prof.ssa Alessandra Curcio, ha spiegato che tutte le classi del liceo di Cariati, alle ore 12 dei giorni 27,28 e 29 gennaio, hanno osservato un momento di silenzio e di riflessione per la pace. In questi giorni, inoltre, i ragazzi sono stati invitati a presentare delle frasi inerenti al tema della pace. Un’apposita commissione ha poi selezionato la frase più significativa e degli alunni, guidati dalla prof.ssa Filomena Flotta, hanno realizzato un disegno illustrativo della frase selezionata. Il risultato è stato un dipinto che rappresenta l’incontro tra un soldato e due bambini.
Giorno 30, quindi, si è celebrata la giornata della pace durante la quale gli alunni presenti hanno visionato un docufilm di Living Peace, hanno proposto le loro riflessioni sul tema della pace, hanno suonato brani inneggianti alla pace. La manifestazione si è conclusa con una piccola, ma intensa, cerimonia incentrata sul tema della pace il cui video è visionabile al link https://www.youtube.com/watch?v=l3wE1NmHxlk&feature=youtu.be
Il D.S., prof.ssa Sara Giulia Aiello, ha sottolineato l’importanza del momento per la formazione dei nostri allievi augurando ad ognuno il raggiungimento della pace interiore, requisito indispensabile per poter coltivare la pace universale.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta