SANITA’ CALABRESE: Il Presidente Scopelliti, nella qualità di commissario, ha firmato il nuovo Piano operativo, violando la normativa nazionale.

Il Generale Luciano Pezzi in merito alla gestione della sanità calabrese è deciso ad andare avanti fino in fondo. La volontà di autospendersi insieme al collega Luigi D’Elia dalle funzioni di sub commissari per il piano di rientro della sanità è esplosa ed è arrivata sui tavoli dei Ministri competenti. Il prossimo 23 ottobre è convocata a Roma una riunione per chiarire la delicata situazione. Il Presidente Scopelliti, nella qualità di commissario, ha firmato il nuovo Piano operativo che prevede la dipendenza funzionale dei due sub commissari dal dipartimento salute, violando la normativa nazionale. Questo è solo l’ultimo episodio di una lunga serie di contrapposizioni tra tra sub e commissario e tra la struttura commissariale e il dipartimento salute. Ora Scopelliti ha chiesto al Ministero una nuova riorganizzazione con un solo commissario, soluzione che è stata prospettata anche dallo stesso Pezzi. Ma sul tavolo dei Ministri e del Governo c’è anche la richiesta dei consiglieri regionali e parlamentari del Pd di revocare Scopelliti dall’incarico. Il Generale Pezzi già per due volte aveva minacciato e rassegnato le dimissioni e il Ministero le ha respinte e ad ogni tavolo di verifica, come risulta dai verbali, i Ministeri vigilanti hanno raccomandato alla struttura commissariale di assumere ogni decisione con atti collegiali, cose che non sempre è avvenuta. Staremo a vedere cosa accadrà.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta