Reti TEN-T. Ne discutono in videoconferenza i Sindaci della fascia Jonica

E’ avvenuta nella giornata del 07 giugno 2021 la prima riunione, in videoconferenza, indetta dal comune di Crotone con i sindaci della fascia jonica, avente come oggetto l’inserimento nella  nella rete centrale TEN-CORE, ( Trans European Network-Transport).
L’iniziativa fortemente voluta dal Consigliere ai Trasporti del comune di Crotone Anna Maria Cantafora, che ne coordina anche il tavolo di concertazione per lo sviluppo delle reti di trasporto a servizio del territorio,  del comune di Crotone istituito dal consiglio comunale e di tutto l’ hinterland formato dai comuni dell’entroterra e dai comuni che si affacciano sul mare.
Quindi un discorso a più ampio spettro pienamente condiviso anche dall’assessore ai trasporti del comune di Crotone Ilario Sorgiovanni.
Il lancio dell’iniziativa vede coinvolti per la prima volta tutti i comuni dell’intera fascia ionica, da Rocca Imperiale a Villa San Giovanni con l’obbiettivo di essere inseriti nella rete centrale TEN-CORE, la cui revisione da parte della Commissione Europea dovrà essere completata entro il 31/12/2021.
Presenti in videoconferenza il comune di Mandatoriccio con la presenza dell’assessore Verrina Saverio su delega del sindaco avv, Cornicello Dario; il comune di Crosia con la presenza dell’assessore Greco Giovanni su delega del sindaco avv. Russo Antonio; il comune di Cariati con la presenza del Sindaco Greco Filomena; il comune di Corigliano-Rossano con la presenza del sindaco Stasi Flavio, a dimostrazione del sentimento condiviso di combattere uniti l’ isolamento del territorio.
Le reti TEN-T sono un insieme di infrastrutture ferroviarie, stradali, portuali, aeroportuali rilevanti a livello comunitario ela Core Network è costituita da nodi urbani a maggiore densità abitativa e da nodi intermodali di maggiore densità.
L’ambizioso progetto varato dall’unione europea intende migliorare la circolazione di merci e persone e ridurre a minimo l’emissione di gas inquinanti.
Prevede nove corridoi principali, detti “CORE”, di cui quattro interessano l’Italia e che constano di innumerevoli chilometri di strada ferrata adattata ai treni ad alta velocità; porti collegati anche a strade e ferrovie; grandi scali aeroportuali provvisti di linea ferroviaria.
Uno dei corridoi che interessa l’Italia è quello con la Scandinavia ed il Mediterraneo, che rappresenta l’arteria di collegamento tra nord e sud Europa, dal confine russo-finlandese fino al sud Italia e Malta, in questo corridoio CORE che la fascia ionica calabrese dovrebbe essere inserita come CORE NETWORK.
Su queste basi, presieduta dal sindaco di Crotone Voce si è tenuta la prima riunione in videoconferenza con i sindaci e delegati della fascia jonica presenti in linea: Mandatoriccio; Crosia; Cariati; Corigliano-Rossano; Marina di Gioiosa Jonica; Strongoli; Melissa.
Un incontro già di carattere operativo, nel quale si è convenuto di prevedere l’adozione di ogni singolo comune di una delibera a sostegno della volontà di essere inseriti nella Rete Core, come uno dei nodi strategici per il collegamento con i paesi della zona orientale che si affacciano sul mediterraneo.
per perseguire tali obiettivi si è concordata l’opportunità di istituire un TAVOLO DI COORDINAMENTO TECNICO che porti all’augurata determinazione della Commissione Europea.
L’aspetto fondamentalmente importante evidenziato dai sindaci con l’attivazione di trasporti efficienti, oltre a quello di superare l’isolamento, è lo sviluppo economico basato sul turismo; l’esportazione dei prodotti agroalimentari e la crescita cukturale che ne deriva.
Nei prossimi giorni il tavolo tornerà a riunirsi nuovamente al fine di esaminare il testo di delibera che i singoli consigli comunali saranno chiamati ad approvare.
dr.ssa Luciana Errico
Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta