Questo meritano i cittadini illustri di Cariati

AL SIG. DIRETTORE CARIATI NET.IT Partecipando ieri sera alle esequie di una zia di mia moglie, ho colto l’occasione per far visita alle tombe del cimitero di Cariati. Sana ed edificante consuetudine, ma di certo non percepita come tale da tanti ed in particolare dalle istituzioni locali. Non trovo altre parole se non “deplorevole” e “ributtante” per descrivere lo stato in cui versa la tomba del giornalista e scrittore Gaetano Natale, il più illustre cittadino, a parer mio, che Cariati abbia mai espresso. Conosciuto e stimato dai più importanti uomini politici e intellettuali della prima metà del ‘900. Basti ricordare fra tutti Giolitti e Benedetto Croce verso i quali rendeva onore al suo paese d’origine. Che a volte ci si arrenda alla carenza oggettiva di risorse per curare e mettere in sicurezza i nostri beni storici ed artistici ci può anche stare, ma che si seppellisca impunemente negli sterpi e nell’immondizia la memoria di chi ci ha dato lustro ed ha pure espresso volontà che la sua salma venisse tumulata nella tomba di famiglia, a Cariati, questo non si può accettare. “A egregie cose il forte animo accendono l’urne de’ forti o Pindemonte; e bella e santa fanno al peregrin la terra che le ricetta”. Cosenza, 23 Luglio 2015 Distinti saluti Giovanni Leo

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta