Laboratorio civico: siamo cittadini impegnati nell’associazionismo e innamorati di Cariati

Far sentire la voce delle persone e rendersi attivi nel “fare”, affinché migliori la qualità della vita di ciascuno é il solo vero obiettivo del costituendo laboratorio civico, che muove i primi passi in queste settimane. Con questo obiettivo un gruppo di associazioni civiche, unitamente a tanti cittadini, ha deciso di dare il via a un percorso di ascolto e di condivisione di idee e proposte. Il laboratorio civico vuole essere un luogo, fisico e virtuale, dove le persone si possono sentire libere di esprimersi, di suggerire e di elaborare assieme agli altri. In effetti, uno strumento in più, che non si sostituisce a nessun soggetto già esistente, ma che vuole dare un contributo concreto, perché Cariati possa ripartire dalle sue forze e potenzialità. Si tratta di uno spaccato indipendente dalla politica, che potrà contribuire a segnalare all’amministrazione comunale i fabbisogni della gente e le priorità da perseguire, per favorire un ambiente sempre più sano e vivibile. Va instaurata una reciproca collaborazione, all’insegna del rispetto delle prerogative di ciascuna parte. “Come cittadini impegnati nell’associazionismo e innamorati di Cariati – dice Aldo Fortino ideatore del movimento – abbiamo deciso di intraprendere un percorso per realizzare quella partecipazione cittadina attiva e indispensabile per costruire un territorio a misura di tutti”. Inoltre, continua Fortino “pensiamo che ascoltare e condividere siano elementi costitutivi di un progetto ambizioso, che punta principalmente alla valorizzazione delle potenzialità di Cariati e allo sprigionamento delle energie dei cariatesi”. Il laboratorio civico vuole avere uno sguardo al futuro, dimostrando che i cariatesi, se interpellati, sanno e vogliono partecipare alla vita della loro comunità. Parliamo di uno spazio aperto in cui discutere e confrontarsi, per elaborare soluzioni condivise ai problemi del paese.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta