INTANTO IN SORDINA, CARIATI POTREBBE PERDERE PPI E LABORATORIO ANALISI

NOTA STAMPA INFO POINT M5S CARIATI

– IN ALLEGATO LA MISSIVA DELL’ON SAPIA CON LA QUALE NE CHIEDE L’IMMEDIATA REVOCA, INVIATA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELL’ASP DI COSENZA, DOTT.SSA BETTELINI, AL COMMISSARIO E SUB – COMMISSARIO AD ACTA PIANO DI RIENTRO, AL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE, POLITICHE SANITARIE REGIONE CALABRIA.

Deliberazione n 646 del 3 Agosto 2020, recante “DCA / 2020 – Adozione Piano Aziendale Riorganizzazione Rete Territorio. Presa d’atto.

L’On del M5S Francesco Sapia, da sempre attivo per riportare dignità sanitaria al territorio ne chiede l’immediata revoca, tenuto conto anche del fatto che suddetta Deliberazione ha operato una vera e propria decimazione della rete laboratoristica pubblica.

Il Commissario straordinario dell’Asp di Cosenza, con decreto 646 del 3 Agosto 2020 ha sancito la morte del Punto di Primo Intervento di Cariati, creando una situazione di pericolo per la salute degli utenti e per l’incolumità fisica dei sanitari.

De facto, con la chiusura definitiva del Laboratorio Analisi Cariati, il PPI non potrà più erogare nessuna prestazione e tutti coloro che vi si rivolgeranno, dovranno andare a Rossano provocando la congestione del Giannettasio, perché rimandare a casa un paziente senza effettuare gli esami del sangue è estremamente pericoloso.

I cittadini devono sapere che per l’incolumità loro e dei congiunti, messa in pericolo anche da ambulanze del 118 senza medico, sarebbe opportuno quindi, mettere in atto ogni azione nel rispetto della legalità, affinché venga garantito il diritto sacrosanto alla salute.

Ecco perché si incita ancora una volta l’amministrazione comunale, in questo momento muta e sorda, ad affiancare l’On Sapia in questa lotta in difesa della salute pubblica.

Soprattutto si chiede all’assessore alla sanità, quali azioni sta portando in essere per opporsi alla deliberazione 646 e per impedire che il laboratorio Analisi venga soppresso.

INFO POINT M5S CARIATI

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta