La scuola … si ricomincia?!

La riapertura delle scuole non è una cosa semplice. Su questo non c’è nulla da aggiungere.

Al contrario. È una questione delicatissima dove è difficile fare delle previsioni. Dove sono da chiarire, o meglio sciogliere, alcuni nodi storici della nostra scuola, che il lockdown ha reso più evidenti.

Riprendere in presenza e in sicurezza è l’obiettivo comune di tutti. Dove i nostri ragazzi di qualsiasi età devono fare naturalmente la loro parte e responsabilizzati da noi genitori.

In una situazione sanitaria che muta di giorno in giorno le strade sono due. Si decide semplicemente di chiudere le scuole o si accetta con la dovuta allerta e comprensione il rischio di una serie di disagi.

Nella seconda ipotesi per la quale personalmente propendo in questo momento – non è detto che possa cambiare idea con il mutarsi della situazione generale – ripeto serve dialogo e confronto costante.

Mai come questa volta nel corso della loro storia i Consigli di Circolo e d’Istituto – invito i genitori a conoscere compiti e ambiti di questi organi – devono acquisire piena consapevolezza del loro ruolo, che si deve intendere obbligatoriamente in senso attivo.

È impegno dei Presidenti e Consiglieri, unitamente ai dirigenti scolastici, rendere questi organi luoghi di confronto ampio e variegato per sciogliere dubbi, incertezze e particolarmente le paure.

Questa è l’unica strada possibile per garantire ai ragazzi di tornare alla vita normale. E, allora, serve collaborazione di tutti per evitare che le classi si trasformino nei focolai dell’epidemia, di cui tutti abbiamo forte timore.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta