Il GRANDE BLUFF DEL DUO GRECO/ BEVAQUA & COMPANY

COMUNICATO STAMPA 31.03.22

La Sindaca Greco e la sua ridotta schiera di consiglieri e inutili assessori, continuano a sparare, a mezzo stampa, studi di fattibilità mega milionari, spesso irrealizzabili e contornati da una evidente confusione progettuale, nonché di fantomatici finanziamenti da impiegare e di cui poi puntualmente si perdono le tracce nei meandri del tempo!

E’ di qualche giorno fa, infatti, l’ennesimo comunicato stampa del nostro Ente dove si legge che “i 12 alloggi” di proprietà comunale, dislocati nel perimetro della cittadella fortificata bizantina, saranno interessati da interventi di adeguamento sismico, efficientamento energetico e riqualificazione degli spazi pubblici. Per un importo pari a 964 mila euro”, senza però volutamente specificare che pur essendo in graduatoria, il nostro comune risulta posizionato al novantesimo posto, mentre nel decreto regionale, all’art.3 si specifica che verranno finanziati solo i primi 52 progetti.

Noi tutti naturalmente, per il bene della nostra comunità, speriamo in uno scorrimento della graduatoria, in attesa anche del Decreto MIMS di approvazione del piano definitivo degli interventi, che possa inserire effettivamente Cariati nei comuni finanziati, ma, cara Sindaca Greco e caro Assessore forestiero  Bevacqua, ad oggi, come spesso è accaduto in questi disastrosi ultimi anni di Dis-Amministrazione, c’è solo “fuffa”,  e nemmeno lei Assessore Bevaqua,  visto i risultati fallimentari del suo operato, è riuscito a dare un senso allo scranno che impropriamente occupa in giunta! In un comune normale dopo i fallimenti e le umiliazioni collezionati negl’ultimi giorni dalla Dis-Amministrazione iGreco&company non ci sarebbe stato consigliere o assessore che avrebbe continuato a stare così incollato e ingessato su quelle poltrone, ma a Cariati succede anche questo, a noi non resta che rinnovarvi l’invito dimettetevi e liberate FINALMENTE CARIATI!

I CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE

COSENZA, MONTESANTO, TRENTO

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta