Il Cariati Calcio, in un momento critico del suo campionato, affronta in emergenza la vicecapolista del campionato.

Il Cariati Calcio, a seguito del doloroso scioglimento della fusione calcistica tra due delle famiglie imprenditoriali più consistenti della cittadina del basso Jonio Cosentino che ha sollevato, tra l’altro, rilevante risonanza nell’intero ambiente sportivo regionale, si è rinnovato all’ottanta per cento nel suo organico. Infiniti e contrastanti le opinioni degli sportivi della cittadina e del territorio. Dopo il pesante K.0. di Torre Melissa subìto dai rincalzi della compagine, il Cariati Calcio si appresta ad affrontare sul proprio terreno di casa il proibitivo test con la vicecapolista del campionato, il Sant’Anna, reduce dal successo interno per 4 a 1 sul Real Catanzaro. Da evidenziare che la compagine del presidente Sabatino Tosto con la riapertura delle liste ha perso ben otto titolari: i fluidificanti Luciano Russo e Nunzio Astro; i centrocampisti Angelo Russo, Antonio Risoleo e Leto, Russo e gli attaccanti Giuseppe Patera ed Antonio Covello. La società, pur incassando il colpo e la conseguente pesante sconfitta sul terreno di Melissa, è ricorsa tempestivamente ai ripari acquistando i seguenti calciatori: i centrocampisti Ivan Graziani, Antonio Vescio e Gianluca Castrignano e l’attaccante Janatan Cristaldi. Sono stati aggregati alla rosa i giovanissimi: Tranquillo, De Roberto, Ioele, Labonia, Antonio Russo e Pirito. Persino la guida tecnica è stata sostituita: nuovo allenatore è Vincenzo Filareti che sostituisce Antonio Cosentino. Il test di domenica 22 dicembre contro la temibile compagine di mister Maiolo è particolarmente ostico sia per il potenziale già espresso e soprattutto per la carenza di amalgama del nuovo Cariati Calcio, in quanto la nuova formazione ha svolto un solo allenamento alle direttive del subentrante tecnico. La compagine del Sant’Anna è una corazzata di assoluto valore; pertanto non c’è da fidarsi considerando anche l’organico di cui dispone. I ragazzi del Sant’Anna si portano dietro dei valori precisi che nascono dal fatto di giocare insieme e di conoscersi da oltre un anno; avranno dalla loro parte morale per l’alta classifica e conseguentemente grande entusiasmo. I ragazzi di mister Filareti dovranno saper affrontare i momenti infuocati della partita nella maniera giusta, ed essere super concentrati. ” Il Cariati Calcio, puntualizza mister Vincenzo Filareti, è in una fase di costruzione e ai miei giocatori non dirò mai quanto può valere una partita,al momento più la ricerca di un’identità di gioco e della giusta mentalità perché,conclude il nuovo tecnico del Cariati, sono queste le cose che ci porteranno ad essere squadra e di conseguenza ad ottenere risultati”

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta