Franco Liguori presenta il suo nuovo libro nel Borgo Antico di Cariati

In una splendida serata di fine agosto, nel Borgo Antico di Cariati, con un pubblico competente e curioso, il prof. Franco Liguori, cariatese doc, ha presentato nella cornice suggestiva di piazza del Plebiscito il suo nuovo lavoro storico-artistico-letterario “Cariati, la formidabile rocca dei Ruffo e degli Spinelli”. La Dott.ssa Maria Francesca Corigliano, Assessore alla Cultura della Provincia di Cosenza, nella prefazione al libro sostiene che ”La guida scritta dal prof. Franco Liguori, storico appassionato e competente, è una risposta efficace a questo bisogno di preconoscenza. Lo splendido borgo di Cariati è presentato al lettore attraverso la narrazione dei fatti storici e la descrizione dei luoghi”. “L’approccio diacronico, continua l’Assessore, arricchito da citazioni di personaggi illustri in un lungo arco temporale che arriva fino ai giorni nostri, consente al lettore di seguire l’evoluzione di Cariati in tutti i suoi aspetti. Dalla storia del toponimo all’analisi delle testimonianze archeologiche, artistiche e architettoniche, il lettore è accompagnato con stile scorrevole verso la scoperta dell’identità locale. La dovizia di particolari (frutto di laboriosa ricerca e di conoscenza diretta dei luoghi), consente di addentrarsi in questo splendido borgo penetrandone l’essenza. La guida può assolvere la duplice funzione di suscitare curiosità e di soddisfare il bisogno di sapere”. “Gli itinerari tracciati dal prof. Franco Liguori, conclude Francesca Corigliano, strutturati in un reticolo di informazioni e di descrizioni, affascinano il lettore e suscitano desiderio di correre tra le antiche mura per scoprire un autentico gioiello. All’Autore vanno i complimenti ed il ringraziamento per questo lavoro scritto con passione e rigore scientifico, che certamente servirà a promuovere, a livello culturale e turistico, la splendida Cariati”.A sostenere la valenza del libro di Franco Liguori, c’era un parterre d’eccezione: il Sindaco di Cariati, Giovanni Filippo Sero; Il Presidente della Pro-loco di Cariati, dott. Franco Milillo; l’Assessore al Territorio della Provincia di Cosenza, Leonardo Trento; lo storico Franco Filareto; il Dirigente Scolastico Antonio Latanza; il Prof. Damiano Montesanto; la scrittrice Assunta Scorpiniti e lo scrittore Rocco Taliano Grasso che ha coordinato i lavori della serata. Il Sindaco di Cariati, nel suo breve indirizzo di saluto ha voluto “ringraziare il prof. Liguori per questa capacità di coniugare il rigore scientifico delle sue ricerche con la storia di questa nostra comunità”. Il dott. Milillo ha sostenuto che “la pro-loco ha il compito di valorizzare il territorio, e sosterrà la diffusione di questo libro, perché si identifica con le stesse finalità dell’associazione”. Leonardo Trento ha voluto ricordare che “i giovani devono poter utilizzare questo libro, per conoscere bene la storia locale, ed iniziare a dare vita e sostegno e slancio al recupero del nostro borgo antico. Franco Filareto, presentatore del lavoro di Franco Liguori, ha sottolineato in modo minuzioso tutte le caratteristiche e sfaccettature del libro, affermando che ” il compito del presentatore è quello stimolare la curiosità per trasformare l’ascoltatore in lettore”. “Il libro, ha concluso Filareto, fornisce anche moltissimi spunti di riflessione antropologica, sociale e politica”. Per Antonio Latanza “il libro ci accompagna, per chi è di Cariati, prendendoci per mano e ci porta in giro per le antiche viuzze. Più si conoscono i luoghi e più si apprende e si apprezza la storia locale. “Questo libro, conclude Latanza, colma il gap che ci differenziava da tante altre località della zona custodi gelose dei testi riguardanti la loro storia cittadina”. Damiano Montesanto ha affermato “Franco Liguori crede nei valori della lingua italiana che deve essere rispettata amata e divulgata”. ”I valori storici, architettonici del nostro borgo, conclude Montesanto, devono trasformarsi in grosse opportunità di sviluppo economico e sociale per questa comunità. Assunta Scorpiniti, nel concludere gli interventi della serata, ha auspicato che “il libro dovrebbe essere utilizzato nelle scuole del territorio, perché è una narrazione piacevole e puntuale, anche per gli studenti più giovani. Mentre Franco Liguori, nella sua introduzione al testo, afferma che “lo scopo di questo libro-guida è quello di far conoscere ai turisti che ogni anno, sempre più numerosi, visitano la nostra cittadina, ma anche agli stessi Cariatesi, sia quelli residenti nel comune, sia i tanti altri che vivono fuori per motivi di lavoro, il patrimonio archeologico e storico-artistico di Cariati, finora illustrato e descritto in articoli e saggi sparsi qua e là in giornali e riviste o in sintetici opuscoli e brochures a carattere turistico-culturale, ma mai esposto in una specifica pubblicazione”. “Mi preme precisare, afferma Liguori, che il libro non ha soltanto la finalità di informare il turista che viene a visitare il nostro paese e il suo suggestivo centro storico, ma anche quella di invitare i nostri concittadini, ed in special modo i giovani, ad aprire il sipario che ci separa dal nostro passato, a scoprire una memoria storica che spesso giace nell’oblio o nell’indifferenza più assoluta, ad aprire gli occhi su un patrimonio archeologico, storico-architettonico, artistico e culturale di inestimabile valore, che andrebbe meglio conosciuto, apprezzato e difeso”. “Il libro, conclude l’autore, vuole essere anche un utile strumento di consultazione per gli studenti universitari di quei nuovi corsi di laurea come Scienze turistiche o Conservazione dei beni culturali , ma anche di facoltà tradizionali come Lettere o Architettura, dai quali molto frequentemente chi scrive viene contattato per fornire notizie o materiali di studio, documenti o studi già elaborati, per tesine, ricerche o tesi di laurea. Ho pensato proprio a loro, quando ho deciso di inserire, alla fine del volume, una bibliografia ragionata su ogni aspetto della storia e del patrimonio artistico-culturale del paese”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta