Dal 13 giugno, prossimo, ancora più mortificati i pendolari della fascia ionica, Crotone Sibari

Dal 13 giugno prossimo va in vigore l’orario ferroviario estivo e con esso l’ennesimo scempio che trenitalia e la regione Calabria regalano ai pendolari della fascia ionica Crotone Sibari, in un periodo quello estivo che vede triplicare la sua affluenza.
Diverse sono le stazioni, sulla tratta incriminata, che dalla suddetta data si vedono sopprimere tutte le fermate e tra queste la stazione di Mandatoriccio Campana, nella quale  confluiscono altri tre comuni e precisamente: Campana; Sscala Coeli e Pietrapaola, per una utenza di circa ottomila persone.
Oltre al fatto che la marina di Mandatoriccio e’ una localita’ fortemente turistica.
L’odissea dei pendolari mandatoriccesi inizia a dicembre 2014, quando l’ entrata in vigore dell’orario invernale vede soppresse le fermate direzione Crotone.
A nulla valse la petizione indirizzata al Presidente della regione, all’assessore ai trasporti ed al compartimento reggino di trenitalia e con la quale si chiedeva il ripristino delle fermate, oltre a chiedere espressamente di voler sapere in che modo vengono effettuate le statistiche sui pendolari.
Nessuna risposta in merito, in quanto agli apici di trenitalie e della regione sapevano di aver commesso uno scempio e che le statistiche possono essere contestate e facilmente.
A nulla sono servite nemmeno e varie manifestazioni e si-tin con i quali si segnalavano i disagi dei pendolari, che prendono il treno non certo per divertirsi ma per recarsi al lavoro e guadagnarsi un pezzo di pane.
L’epilogo, il peggiore che ci si potesse aspettare nella stazione di mandatoriccio e’ la soppressione di tutte le fermate…. la soppressione del stazione stessa dai quadri orari.
Ma i pendolari … sempre  piu incazzati e pronti a rivendicare il loro sacro santo diritto alla mobilita’, in una zona carente di qualsiasi altro mezzo pubblico…non ci stanno piu’ a farsi calpestare e minacciano dal 13 giugno prossimo il blocco dei binari ad oltranza, fin quando non ottengono il ripristino di tutte le fermate soppresse.
Le altre stazioni coinvolte nella soppressione delle fermate sono: Strongoli; Torre Melissa; Crucoli e Calopezzati.
Il delegato CIUFER
( comitato italiano utenti ferrovia)
Luciana Errico
3341564790
Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta