Cariati: un Ferragosto di speranza? Speriamo!!  

Da parte dei turisti c’è la lucida consapevolezza che si è persa un’ulteriore occasione per invertire la tendenza negativa

È stata davvero una brutta estate sul piano delle forti diseconomie locali e su questo non ci piove. Il Ferragosto 2022 segna una velata parvenza di tregua, ma non si può nascondere che il dispiacere, che si coglie nell’aria, è piuttosto contagioso. 

Il “Capodanno d’estate” rappresenta l’apice della stagione turistica, ma possiamo dire a voce alta che quest’anno, e non solo il 2022, qualcosa non è andato per il verso giusto. Il tempo di bilanci sul piano turistico è ancora lontano, però, non appare certo incoraggiante. 

Da parte dei turisti c’è la lucida consapevolezza che si è persa un’ulteriore occasione per invertire la tendenza negativa, che ormai contraddistingue, ahimè, da qualche anno l’immagine di Cariati. 

Molti si chiedono cosa sarà del Paese il prossimo anno? Non ho in piena sincerità una risposta. L’auspicio, tuttavia, è che l’estate 2023 possa finalmente invertire una tendenza negativa che va avanti purtroppo da troppo tempo. L’amministrazione Greco, che io personalmente ho sostenuto convinto che potesse segnare un vero cambiamento, come hanno fatto d’altronde tantissimi cariatesi, ha fallito. 

Di più, questi difficili anni hanno restituito una comunità che è, senza dubbio, una polveriera. Tutti contro tutti e non so proprio cosa ne sarà della prossima campagna elettorale, che è già iniziata e che da settembre entrerà nel vivo.

Infatti, nella primavera 2023 Cariati eleggerà una nuova amministrazione comunale che si prenderà carico di una comunità demotivata, sfiduciata, frammentata e in condizioni precarie da più punti di vista. Nel contempo, noi turisti non possiamo che stare alla finestra e mostrarci fiduciosi. 

Da ultimo, augurando un sereno e felice Ferragosto 2022 sento di rivolgere un senso di gratitudine verso tutti gli abituali ospiti, compreso chi scrive, che, nonostante le innumerevoli e annose criticità che insistono sul perimetro cittadino, continuano ad amare e rispettare Cariati, speranzosi in un domani diverso e più colorato. 

Nicola Campoli 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta