BUCHE SU SS106, FATE VENIRE ASFALTO DALLA GERMANIA

15 ANNI FA LA DENUNCIA E LA PROVOCAZIONE DI OTTO TORRI

COMUNICATO STAMPA OTTO TORRI SULLO JONIO N.3 – 3 MARZO 2022


 25 ANNI DI STORIA, 25 ANNI AVANTI

Corigliano – Rossano (Cs), giovedì 3 marzo 2022 – 25ESIMO ANNIVERSARIO DI OTTO TORRI SULLO JONIO. – Quella volta che il sodalizio partì per la Germania alla ricerca delle buche sull’asfalto. Era il 2009 e, ancora prima, nel 2007, sempre in anticipo sui tempi e senza peli sulla lingua, lanciava l’ennesima denuncia e provocazione, oggi di un’attualità imbarazzante: ma che tipo di asfalto si usa in Calabria per tappare le buche sulla SS106?

La questione del gap infrastrutturale e la violazione del fondamentale diritto alla mobilità hanno sempre rappresentato uno dei capisaldi dell’inossidabile mission fondativa di proposta, di sensibilizzazione e di costruzione socio-culturale, politica ed economica per una Calabria ed un Sud con le stesse opportunità rispetto al resto d’Italia. Perché è proprio la mancata soluzione da parte dello Stato di queste carenze e disuguaglianze evidenti che continuano a fare aumentare la percezione di un Paese a due velocità e per niente unito.

Siamo nel 2009. L’associazione europea Otto Torri sullo Jonio, da Baden Baden, precisamente dalla strada statale della Foresta Nera, dove il direttore Lenin Montesanto si era recato ad hoc insieme allo staff del sodalizio, lancia un appello pubblico ed una provocazione diretta soprattutto ai sindaci calabresi: fate arrivare l’asfalto dalla Germania! (ascolta l’intervento video qui https://www.youtube.com/watch?v=1h0B_XI__0k) Il motivo? Nonostante, pioggia, neve, ghiaccio, temperature rigide e forti escursioni termiche, sulle strade tedesche non c’è ombra di buche. Al contrario di quanto succede in Calabria. Dove basta una pioggerellina per aprire autentici crateri e voragini.

Continua l’excursus sulle principali tappe e sui principali e pioneristici eventi e progetti di uno dei più longevi e duraturi sodalizi calabresi che sin dalla sua scintilla nel 1997 ad oggi ha fatto della provocazione intellettuale e della destituzione dell’ovvio, attraverso la costante comparazione europea ed internazionale, il suo faro. – (Fonte: Otto Torri sullo Jonio)

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta