Al via il 13 dicembre la bonifica dei siti contaminati da ferriti

I sindaci di Cassano e Cerchiara: «Al via il 13 dicembre la bonifica dei siti contaminati da ferriti». Sarà richiesta alla Procura di Castrovillari l’autorizzazione per un accesso ai cantieri col vicepresidente della Regione, Antonella Stasi, e l’assessore regionale all’ambiente, Franco Pugliano. «La bonifica delle ferriti inizierà il 13 dicembre. Chiederemo alla Procura di essere autorizzati ad accedere ai cantieri insieme al vicepresidente della giunta regionale Antonella Stasi ed all’assessore regionale all’ambiente, Franco Pugliano, per verificare che tutto proceda come da programma». I sindaci di Cassano Ionio e Cerchiara di Calabria, rispettivamente Gianluca Gallo e Antonio Carlomagno, ufficializzano l’annuncio che la Sibaritide attendeva da un quindicennio: il risanamento dei siti contaminati dagli scarti di lavorazione dell’ex “Pertusola sud” di Crotone, stoccati illecitamente nella Piana attorno alla metà degli anni Novanta, entra nella fase attuativa. Un risultato colto dopo alterne vicende, anche grazie all’impegno della Procura della Repubblica di Castrovillari che, ricordano i due primi cittadini, «con le inchieste aperte in campo ambientale ha di fatto contribuito a tenere accesi i riflettori sulla soluzione politica e tecnica di questioni vitali per le popolazioni della Calabria citeriore». Il confronto, a tratti serrato, con la “Syndial”, società del gruppo “Eni” erede di gran parte del vecchio polo chimico crotonese, ha fatto il resto. «Tra il 29 novembre ed il 3 dicembre – spiegano Gallo e Carlomagno, in esito ad un incontro avuto proprio con i tecnici della “Syndial” nei locali della delegazione municipale di Piana di Cerchiara – apriranno i battenti i cantieri dei siti di località Capraro, a Cerchiara, e di contrata Tre Ponti, a Sibari. Successivamente, sarà la volta di contrada Prainetta, a Cassano. Saranno prelevati campioni ed effettuati ulteriori carotaggi per verificare la compatibilità del materiale da rimuovere con le discariche destinate ad ospitarle per lo smaltimento. Quindi, si passerà alla rimozione». Fissata, salvo impedimenti di natura metereologica, al 13 dicembre. Il giorno dopo, tra operai e ruspe potrebbero comparire i sindaci di Cassano e Cerchiara, ma pure il vicepresidente della giunta regionale, Antonella Stasi, l’assessore regionale all’ambiente, Franco Pugliano, ed una delegazione di giornalisti e di rappresentanti delle associazioni del territorio. «Chiederemo alla Procura di essere autorizzati a compiere detto accesso – precisano Gallo e Carlomagno – perché auspichiamo che tutto avvenga all’insegna della massima trasparenza: le ferriti sono un incubo dal quale vogliamo svegliarci senza che possano più residuare dubbi e paure». Reggio Calabria, addì 26 novembre 2010 Segreteria politica Consigliere Regionale Gianluca Gallo Info: 328 6786974

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta