TUTELARE IL POPOLO CARIATESE OPPURE SOLTANTO INTERESSI PARTICOLARI.

CONSIGLIO COMUNALE DI CARIATI DEL 29/11/2012 NOMINATI NUOVI ASSESSORI, AUMETATI AL MASSIMO TUTTI I TRIBUTI E VERGOGNA SUI “PASSI CARRABILI”. “FALLIMENTO” AMMINISTRATIVO – ETICO – FINANZIARIO. QUESTA AMMINISTRAZIONE COMUNALE HA “AFFOSSATO” CARIATI ED IL FUTURO DEI SUOI CITTADINI!! BILANCIO COMUNALE NON EQUILIBRABILE. INDEGNA OPERAZIONE DI SLITTAMENTO AGLI ANNI FUTURI DEL PAGAMENTO DEI TANTI DEBITI PRODOTTI DA QUESTA GESTIONE COMUNALE. LA MAGGIORANZA COMUNALE SCELGA SE TUTELARE IL POPOLO CARIATESE OPPURE SOLTANTO INTERESSI PARTICOLARI. COMUNICATO STAMPA – ” L’attuale Amministrazione Comunale ha ormai portato Cariati “allo sfascio” ed alla “bancarotta”. Con una vergognosa operazione, sia dal punto di vista etico che contabile ed amministrativo, si sta tentando, illegalmente, di rinviare negli anni a venire il pagamento dei tanti debiti creati da questa Amministrazione. Ciò senza il necessario e preventivo accordo con i tanti creditori e senza prendere in alcuna considerazione l’esistenza di ulteriori debiti fuori bilancio, ancora non riconosciuti e di cui questa amministrazione comunale è a conoscenza già da tempo. Inoltre carenti dei necessari titoli giuridici, che devono garantire l’accertamento dei proventi straordinari della vendita di beni immobili del Comune, le somme vengono mantenute in bilancio, pur nella certezza che non saranno incassate. In questa direzione si muove l’ennesimo Riequilibrio di Bilancio totalmente “taroccato”. Intanto la massa debitoria, ha subito aumenti esponenziali non più sanabili, frutto di una gestione irresponsabile e priva di ogni controllo. Siamo in presenza di un continuo indebitamento occulto che nasconde passività sommerse e non contabilizzate, mentre si mantengono in bilancio partite fittizie che non potranno essere realizzate. Nel mentre si nominano nuovi Assessori, aumentando le tante spese evitabili e clientelari, gli stipendi al personale comunale non vengono pagati, il paese è allo sbando e i numerosi creditori aggrediscono il Comune con azioni giudiziarie. Quanto evidenziato, viene espletato sotto la regia di un costoso consulente esterno che ha avuto il merito, nel suo autorevole parere, di consigliare ai nostri amministratori, senza mezzi termini, l’aumento ulteriore ed al massimo consentito dalla legge, di tutti i tributi comunali. Era proprio necessario ricorrere ad un esperto esterno per farsi suggerire di aumentare al massimo tutti i tributi e le tariffe comunali??? Non sarebbe stato più opportuno razionalizzare la spesa corrente!!! Abbiamo fatto un bel guadagno!!! Adesso l’Amministrazione che cosa farà? Terrà o no conto del parere a pagamento dell’esperto? Questa volta, però, qualcuno si dovrà assumere tutte le responsabilità personali, politiche, contabili e amministrative, anche quelle per il danno erariale provocato al nostro Comune. Quanto detto, si rafforza se si considera che, il Dirigente dell’Area Finanziaria ha già espresso parere nettamente e chiaramente contrario a tale operazione di bilancio, mentre il Revisore dei Conti ha, praticamente, fornito un parere subordinato al quasi impossibile verificarsi della realizzazione, entro e non oltre il 31/12/2012, delle entrate straordinarie iscritte nel bilancio a copertura dello squilibrio di parte corrente (una consistente Plusvalenza da Alienazione Immobiliare e di altrettanti corposi ed eventuali incassi di Oneri di Urbanizzazione). Tale “quadro a tinte fosche”, se approvato nel prossimo Consiglio Comunale, “affosserà” definitivamente Cariati ed il futuro dei suoi cittadini. Ciò, in maniera alquanto interessata, senza il minimo senso di responsabilità istituzionale e di amore verso la propria cittadina, solo ed esclusivamente al fine di rimanere evidentemente “incollati” ad una poltrona di Sindaco e/o ad uno stipendio di Assessore, con la perversa consapevolezza dello stato disastrato nel quale questa gestione comunale ha portato la nostra cittadina. Il tutto, attuando soltanto la parte più negativa dello stato di dissesto e cioè l’aumento di tutti tributi locali che, graverà unicamente sulle tasche dei cariatesi e senza nessun vantaggio per il Comune di Cariati. Con un atto abusivo di “pirateria di basso livello amministrativo e sociale”, indiscriminatamente, senza alcun tipo di regolamentazione di merito e nella consapevolezza di non poter fornire alcun conseguente ed efficiente servizio, viene imposto il pagamento dei “passi carrabili”. La maggioranza Comunale deve scegliere se continuare a tutelare determinati interessi particolari, come testimonia il caso SO.GE.FIL. e tanti altri di dubbia trasparenza, oppure fare gli interessi generali e sacrosanti di tutto il Popolo Cariatese. Si diano spiegazioni su quale fine hanno fatto i soldi “rapinati” dalle tasche dei cittadini cariatesi per il saldo dei tributi comunali, mai giunti nelle casse comunali. Perché, ad oggi, nella nostra cittadina non è stata correttamente completata alcuna opera pubblica finanziata ed appaltata??? Come Consigliere di Opposizione, insieme agli altri, continuerò in maniera propositiva nella mia attività di vigilanza e controllo, portando a conoscenza dei cittadini i fatti e misfatti di questa Amministrazione Comunale, schierandomi però sempre dalla parte della tutela dei cittadini cariatesi, della crescita spassionata e futura di Cariati. Il Capogruppo Consiliare “Udc-Cariati” Francesco Cosentino

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta