TRIBUNALE, ANTONIOTTI SI APPELLA A SCOPELLITI

Tribunale, ore concitate davanti al Palazzo di Giustizia cittadino, dove continuano i sit-in di protesta civile da parte delle associazioni forensi e dei cittadini. Il Sindaco ANTONIOTTI scrive nuovamente al Presidente SCOPELLITI invitandolo a porre la questione Rossano al Vice premier, Angelino ALFANO, che il prossimo SABATO 21 SETTEMBRE farà tappa in Calabria. Intanto stamani (mercoledì 18 settembre), ennesimo Consiglio comunale nell’atrio del presidio di piazzale Santo Stefano, all’interno del quale ANTONIOTTI ha informato la popolazione riguardo l’incontro tenutosi ieri pomeriggio (martedì 17) in Prefettura, a Cosenza, alla presenza del massimo rappresentante territoriale del Governo, S.E. Gianfranco TOMAO, dei vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, e dei responsabili del Tribunale di Castrovillari. Al centro della discussione le modalità ed i tempi in cui dovrebbe avvenire il trasloco degli uffici rossanesi verso la nuova sede accorpante del Pollino. Un trasloco, però, che al momento rimane sospeso per gli effetti di una disposizione del TAR CALABRIA, pubblicata nella mattinata odierna, che, a seguito di un ricorso promosso dal Comune di Rossano, ha di fatto bloccato il trasferimento dei magistrati e del personale amministrativo da Rossano a Castrovillari. Rimaniamo massimamente collaborativi con le Istituzioni – afferma il Sindaco – e, soprattutto, rispettosi delle Leggi. Ad oggi c’è una sentenza del Tar Calabria che congela l’accorpamento dei due Tribunali, a causa delle risapute questioni logistiche. Con grande spirito di responsabilità, ma consapevole che in questo territorio si sta combattendo una battaglia giusta, ho chiesto ai cittadini e agli avvocati di non ostacolare i procedimenti burocratici in atto. La nostra battaglia – aggiunge ANTONIOTTI – la dovremo vincere perseguendo le nostre sacrosante ragioni e facendo capire, nelle sedi opportune, al Governo e al Ministro CANCELLIERI che la chiusura del nostro Palazzo di Giustizia rappresenterebbe il più vergognoso scippo di diritti perpetrato ai danni della Sibaritide da parte dello Stato. Ecco perché – prosegue il Primo cittadino – faccio appello al Governatore della Calabria, l’On. Giuseppe SCOPELLITI, affinché continui a sostenere, con forza, la causa che ci vede, tutti impegnati, Istituzioni e cittadini, contro la soppressione del Tribunale di Rossano e della Sibaritide. Le manifestazioni di civile protesta, intraprese dall’intero territorio per contrastare gli effetti della Riforma della geografia giudiziaria, proseguono. Noi non demordiamo e rimaniamo fiduciosi. Siamo certi che il Presidente Scopelliti continuerà ad essere al nostro fianco nella difesa del Diritto, inalienabile, alla Giustizia. Eco perché lo invito a farsi nuovamente promotore e portavoce delle nostre sacrosante pretese presso il Vice Premier Angelino ALFANO, che il prossimo SABATO 21 SETTEMBRE sarà in visita in Calabria. A Rossano ed in tutto il territorio dell’Area urbana e della Sibaritide – conclude ANTONIOTTI – continuiamo a fondare le nostre personali speranze anche nel prezioso contributo della Regione CALABRIA. (Fonte: MONTESANTO SAS Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta