Tony Rubis è salito nel regno dei cieli. Altro prezioso tassello, del mosaico della stirpe degli artisti cariatesi che ci lascia.

La notizia della perdita improvvisa di Antonio Russo (Tony Rubis era il suo nome d’arte di cantante ), sottrae un altro prezioso tassello, del mosaico della stirpe degli artisti cariatesi. Questa brutta notizia è, per tutti quelli che lo hanno conosciuto, motivo di grande angoscia, dolore e di sincera commozione. Purtroppo ciò che arriva senza essere chiamato è destino al quale nessuno può sfuggire. Sono sicuro che questo cariatese doc, nel regno dei cieli, abbia pace e serenità e il prato verde che lo attende troverà certo una plaga a tutte le sofferenze personali che l’hanno afflitto. Mi piace ricordarlo con questo post che ha messo su facebook il 3 ottobre scorso ”Ai quanta è brutt a luntananza è dolurusa la partenza. La Vita per tanti è un esame difficile, specie quando manca la fortuna e non il valore. E quando la Terra che ti ha visto nascere non offre neppure la dignità del silenzio, sei costretto a partire; devi partire. ” Quanto è tristo il passo di chi cresciuto tra di Voi se ne allontana”. Quanta forza d’animo e quanto coraggio quando insieme con te partono le illusioni, le speranze, ma il cuore? Il cuore resta negli occhi innocenti dei bambini e di quanti con la rassegnazione mai doma di chi ti vuole veramente bene, fa partire con te il proprio cuore”. Caro Tony non è la tua vita che finisce… è un universo che scompare; mancherai tanto a tutti noi, ma resterai sempre vivo nei nostri ricordi.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta