“Tagli” dei treni in Calabria. E’ la Regione Calabria a non avere le risorse per acquistare tutti i servizi.

Ferrovie dello Stato manifesta il proprio disappunto circa le continue dichiarazioni sui “tagli” dei treni in Calabria. Dichiara in un comunicato stampa quanto segue. “E’ la Regione Calabria a non avere le risorse per acquistare tutti i servizi richiesti nel contratto firmato con Trenitalia. Ed è sempre l’ente regionale ad avere debiti, per circa 113 milioni di euro, nei confronti di Trenitalia. Inoltre, un ammontare che equivale ai corrispettivi di un anno e mezzo di servizi già effettuati, fatturati e ancora non pagati”. Una replica provocata, come sostiene FS nella nota, dalle dichiarazioni del presidente della Commissione Bilancio della Regione, che nei giorni scorsi aveva criticato le Ferrovie per il taglio di ulteriori 14 treni regionali. Ma, secondo FS, lo avrebbe fatto “ignorando o fingendo di ignorare che è la Regione, nella sua veste di committente e finanziatore del servizio, a stabilire consistenza e caratteristiche dell’offerta regionale”. Tutto questo, nel giorno in cui la stessa Regione Calabria, in una nota, aveva annunciato di impegnarsi “per assicurare i servizi ferroviari di Trenitalia per il 2013”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta