Rimosso il peschereccio arenatosi alcuni giorni fa presso la foce del Neto

Terminate le operazioni di rimozione e rimorchio del peschereccio arenatosi alcuni giorni fa alla foce del fiume Neto. Le attività, iniziate questa mattina, hanno visto impegnati il rimorchiatore portuale Alessandro II, chiamato ad intervenire direttamente dal Comandante del peschereccio, il mezzo navale GC A92 della Capitaneria di porto di Crotone ed un sommozzatore abilitato. Il peschereccio, posizionato parallelamente alla linea di costa a causa della risacca di questi ultimi giorni, è stato messo in sicurezza sotto il profilo della galleggiabilità prima di dare inizio alle operazioni di tiro e rimorchio da parte del rimorchiatore. Ci sono volute diverse ore prima di disincagliare il motopesca della stazza di 22 tonnellate, anche perché le stesse sono state condotte in maniera tale da evitare danneggiamenti alla struttura immersa. Il convoglio, costituito dal rimorchiatore con affiancato il motopesca scortati dall’unità della Capitaneria di porto, è giunto a Crotone nelle prime ore del pomeriggio ed è stato ormeggiato in sicurezza nel porto nuovo ove verrà sottoposto nei prossimi giorni ad attività d’ispezione da parte dell’ente tecnico. La Capitaneria di porto ha disposto lo svolgimento di un’inchiesta sommaria volta ad accertare le cause dell’incidente e le eventuali responsabilità da parte del Comandante del peschereccio.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta