RIFIUTI, SERVIZIO RACCOLTA A RISCHIO IMPOSSIBILITÀ DI CONFERIRE A BUCITA ROSSANO-CORIGLIANO IN FILA CON TUTTO IL TERRITORIO

RIFIUTI, SERVIZIO RACCOLTA A RISCHIO IMPOSSIBILITÀ DI CONFERIRE A BUCITA ROSSANO-CORIGLIANO IN FILA CON TUTTO IL TERRITORIO ROSSANO-CORIGLIANO, Venerdì 8 Luglio 2011 – Raccolta rifiuti nel periodo estivo, è possibile che, nelle prossime settimane, vi siano disagi nella regolarità ed efficacia del servizio. Pur essendo sede di due discariche, infatti, per la Città di Rossano non è prevista alcuna forma di precedenza nel conferimento presso l’impianto di Bucita. Ciò continua a determinare incolonnamenti, attese e lunghe file che, di fatto, già in questo periodo, impediscono agli automezzi di scaricare e, quindi, di raccogliere, i rifiuti depositati nei cassonetti. COLLABORAZIONE E COMPRENSIONE. – È quanto chiede il management della Società ECOROSS ai cittadini dell’Area Urbana Rossano-Corigliano, nel ringraziare quanti, quotidianamente, operatori, collaboratori, responsabili e autisti, lavorano, con impegno e dedizione, per assicurare alle due Città, standard di igiene, pulizia e decoro. DISCARICA DI BUCITA – Da giorni, all’ingresso dell’impianto gestito dalla TEC, si creano delle lunghissime file di auto compattatori carichi di rifiuti provenienti da tutto il territorio. Le operazioni di scarico sono, quindi, rallentate e, non sempre, si concludono con successo. Gli automezzi, infatti, dopo aver atteso per ore ed ore in fila, si vedono costretti a rientrare, carichi, nei cantieri. Se la situazione dovesse persistere, senza alcuna variazione, si potrebbe andare incontro ad una nuova e più seria emergenza igienico-sanitaria legata, come è facile intuire, alla impossibilità di effettuare, con normalità, la raccolta dei rifiuti che, visti i mezzi carichi, resteranno per strada. Nonostante l’impegno che l’Azienda continua a profondere, in termini di risorse umane, attrezzature ed automezzi, il rischio reale che si corre è quello di vedere le due principali Città dell’area urbana, bloccate e incorniciate da cumuli di rifiuti, proprio nel periodo di maggiore afflusso di turisti. E’, oggettivamente, uno scenario grave, che vorremmo evitare, garantendo a tutti un’estate tranquilla e decorosa.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta