SERVIZI SOCIALI, ARRIVANO BUONI LAVORO. UTILE INIZIATIVA CONCERTATA CON SINDACATI. ASSISTENZA AI PIÙ DEBOLI, CAMBIA APPROCCIO

SERVIZI SOCIALI, ARRIVANO BUONI LAVORO UTILE INIZIATIVA CONCERTATA CON SINDACATI ASSISTENZA AI PIÙ DEBOLI, CAMBIA APPROCCIO CARIATI (Cs), Sabato 9 Luglio 2011 – Assistenza alle categorie più svantaggiate, riduzione dei costi per l’ente, contestuale miglioramento dell’erogazione dei servizi al cittadino. Sono, questi, gli obiettivi sottesi alla nuova iniziativa, in tema di politiche sociali, illustrata stamani (sabato 9), a Palazzo Venneri, in una conferenza stampa ad hoc, allargata alle forze sociali e sindacali (CGIL, CISL e Cittadinanza Attiva), tenuta dall’assessore al ramo Sergio SALVATI, alla presenza del Sindaco Filippo SERO, del vice sindaco Leonardo MONTESANTO e del dirigente Urp Cataldo RUSSO e del responsabile ufficio finanziario Leonardo MANCUSO. Novità: arrivano i voucher, i buoni lavoro. Cambia, così, l’approccio stesso al concetto stesso di assistenza, declinata in funzione sociale ed in chiave di responsabilizzazione, tanto per l’ente erogante che per i beneficiari. – Giardinaggio, pulizia e manutenzione di edifici strade parchi e monumenti, manifestazioni sportive, culturali, fieristiche o caritatevoli e di lavoro di emergenze o solidarietà, settori produttivi dell’ente (solo da parte di studenti e/o pensionati). Questi, gli ambiti, le attività e gli interventi del progetto. È stato già predisposto l’avviso pubblico per la formazione dell’elenco permanente distinto per categoria di soggetti beneficiari. Verrà affisso all’albo pretorio on-line del comune e pubblicato su www.comune.cariati.gov.it per dieci giorni consecutivi. Il motivo che ha spinto l’Esecutivo SERO a muoversi su questa strada nasce dall’esigenza di offrire una risposta diversa alle tante richieste di contributo che, da anni, arrivano al Comune. “Il senso che sottende la proposta dei voucher – ha spiegato SALVATI – è quello di ricevere qualcosa in cambio, attraverso la sussidiarietà. Intendiamo coinvolgere cittadini volenterosi e con difficoltà economiche, finalizzando la loro prestazione d’opera, in termini di interesse generale e sulla base di individuate esigenze dell’ente. Attraverso l’utilizzo di voucher – ha continuato – il comune di Cariati stimolerà forme di occupazione, con l’obiettivo di ampliare eventualmente le opportunità di impiego e, quindi,m di integrazione del reddito per i soggetti più deboli. Possono beneficiare dell’intervento economico – ha concluso l’assessore – solo le categorie di individui in possesso di alcuni requisiti. Tra questi – è stato precisato nel corso del confronto con le parti sociali – disoccupati iscritti al centro dell’impiego, studenti delle scuole superiori ultra sedicenni (solo in determinati periodi dell’anno con il consenso dei genitori), studenti universitari infra venticinquenni, pensionati con trattamento pensionistico in regime obbligatorio, pensione di reversibilità, assegno ordinario d’invalidità e pensione di invalidità civile. In base alle esigenze, e su specifiche richiesta dei responsabili di area, sarà individuata l’attività da realizzare. Per ogni prestatore, in funzione delle attività da svolgere, verrà stabilito il valore nominale del buono lavoro, rapportato al numero delle ore ed alla tipologia delle attività da realizzare. Le modalità di individuazione e selezione dei soggetti da utilizzare vengono attinte dall’elenco che stilerà l’area Urp. L’elenco permanente, pubblicato dal Comune, avrà carattere e valore continuativo e sarà aggiornato alla scadenza di ogni bimestre. L’utilizzo dei buoni lavoro con finalità assistenziali – è stato ribadito – è destinato a soggetti in situazioni di svantaggio economico, disagio personale o familiare.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta