Il laboratorio civico, e i suoi protagonisti, non deve farsi spaventare dalla pressione e dalle provocazioni che verranno

La sfida che il costituendo laboratorio civico si propone – e che può giustificare l’impegno – richiede un coraggio che rasenta l’azzardo. E’ una buona dose di fortuna. Sono tanti che si domandano da giorni se vale la pena e perché. Al tempo l’ardua sentenza. Nel frattempo, per vincere la non facile sfida, l’aggregazione, e di conseguenza coloro che ne faranno parte, devono mantenersi lontano dal richiamo della politica. In effetti, la stessa la si lascia a chi ha piacere di farla. Mentre l’attivismo civico deve stabilire con la politica solo un’interlocuzione attiva e continua. Altrimenti, l’impegno morirebbe sul nascere. Il laboratorio deve assolvere vari compiti. Il primo riguarda il breve periodo. Verificare micro azioni che possono essere condotte in prima persona. Idee da sviluppare in proprio e che possono concludersi per mano diretta, senza coinvolgimento dell’amministrazione. Se non solo per informarla. Dunque, micro interventi che sviluppano l’effervescente sentimento dell’appartenenza e che migliorano le condizioni di vita dei cittadini. Il secondo compito riguarda criticità da affrontare su un periodo più lungo. Ma non troppo. Far ragionare l’amministrazione comunale di oggi e di domani, su aspetti strutturali che puntano alla crescita economica di Cariati. Cioè valorizzare le prerogative del luogo, unitamente all’imprenditoria disponibile a investire in loco. Dunque, affrontare le annose questioni per un futuro migliore, più strutturato e solido. Il laboratorio civico, e i suoi protagonisti, non deve farsi spaventare dalla pressione e dalle provocazioni che verranno. Non esiste azione che non genera reazione. Entrambe fanno parte della partita che si vuole giocare. Il principale obiettivo, insomma, é costruire una prospettiva diversa, rispetto alla politica, che sembra aver smarrito le proprie ragioni ideali. Lavorando in tale verso si potrà riformare il modo di amministrare piccole realtà quanto Cariati, favorendo coesione sociale e eguaglianza di opportunità per la gente. Ciò rappresenterebbe la vera risposta per garantire sviluppo economico e stabilità sociale, in una fase storica di preoccupante stasi a tutti i livelli, ridando altresì vigore all’intera comunità.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta