RIABILITAZIONE CARDIOLOGICA A CARIATI AI NASTRI DI PARTENZA

Dopo la delibera dell’ASP, di cui abbiamo già dato notizia, che ha istituito un servizio di riabilitazione cardiologica presso il CAPT (ex ospedale) di Cariati, fervono i preparativi per l’avvio dell’attività che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni. La riabilitazione cardiologica è di fondamentale importanza per i soggetti colpiti da un evento cardiologico acuto come un infarto o uno scompenso di cuore oppure che hanno subito un intervento cardiochirurgico. Consiste in una serie di interventi clinici, fisici ed educazionali volti ad ottenere la stabilità del paziente, a mantenerla nel tempo e soprattutto ad evitare le recidive della patologia. La complessità della materia richiede grande competenza ed esperienza che sicuramente non manca al personale di Cariati dopo molti anni di intensa attività cardiologica. Sarà strutturata in forma ambulatoriale ed i pazienti vi potranno accedere con la semplice richiesta del medico di base. Non è invece prevista, al momento, l’attivazione di posti letto dedicati. Anche per chiarire i dubbi espressi da tanti nostri lettori, occorre dire che non si tratta della riapertura della cardiologia per acuti che nell’ex ospedale eravamo abituati a vedere. Ciononostante bisogna anche sottolineare l’importanza dell’evento, trattandosi della prima nuova attività sanitaria portata a Cariati dopo tante chiusure. Inoltre, non esistono allo stato, strutture di riabilitazione cardiologica in tutta la fascia ionica cosentina, crotonese e catanzarese, né pubbliche, né private. Il servizio riabilitativo andrà ad integrare le attuali prestazioni ambulatoriali (oltre diecimila all’anno) e si spera che ciò possa essere il primo passo per ricostruire, anche in nuove forme organizzative, l’assistenza cardiologica sul territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta