PESCA ILLEGALE IN AREA MARINA PROTETTA

Questa mattina, nel corso della consueta attività di vigilanza all’interno dell’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto, militari della Capitaneria di porto di Crotone coglievano in flagranza un pescatore sportivo intento ad effettuare pesca subacquea in piena zona “B”. I militari, dopo aver posto sotto sequestro l’attrezzatura illecitamente utilizzata, procedevano ad identificare il pescatore subacqueo che, trovandosi in mare a poca distanza dall’antistante spiaggia si dileguava a terra alla vista dei militari accertatori i quali, tuttavia, lo intercettavano nuovamente e procedevano ad elevare la prevista sanzione. Si coglie l’occasione per rammentare che la pesca subacquea in Area Marina Protetta è severamente vietata e comporta il sequestro di quanto illecitamente pescato e degli attrezzi a tal fine utilizzati. Anche nei prossimi giorni proseguirà l’intensa attività di controllo per l’operazione “Mare Sicuro 2014” da parte della Capitaneria di porto di Crotone.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta