Oggi parliamo di gossip.

Lo so, miei affezionati ventiquattro, seri e colti lettori, lo so: parlarne è dar loro soddisfazione, come succede se critichiamo quei due artigiani della qualità che si affacciano dal televisore per venderci il loro sofà, o quell’altro in preda al delirium tremes che, vestito di blu, si agita per la strada, sulle scale, o sul soffitto, in compagnia dell’uomo ragno: criticare la pubblicità idiota è fare il suo gioco, e commentare i pettegolezzi sui cosiddetti VIP è esattamente la stessa cosa.

VIP sta per Very Important People (o Person): gente, o persone, molto importanti. Ma importanti dove, e per chi? Important? O non, piuttosto, Idiot? Il dubbio mi sorge a causa della notizia, che ho orecchiato alla radio e poi visto proclamare addirittura dal quotidiano La Stampa, secondo la quale tale Chiara Terragni, con la collaborazione del rapper Fedez, ha dato inizio ad una gravidanza.

Mi è sorto il dubbio: questi sarebbero VIP? allora i casi sono due: o sono spaventosamente ignorante io, o questa qualifica si tende ad elargirla con eccessiva generosità. Vuoi per autodifesa, vuoi a causa di quel poco che so de Il grande fratello (appunto) VIP, propendo per la seconda ipotesi.

Della sullodata Chiara Terragni non so un bel nulla pur se, a quanto pare, la medesima è una influencer. Quello di influencer è un mestiere di recente conio, figlio della diffusione dei social media e della gran voglia della gente senza cervello di avvalersi di quello di altri – non necessariamente più intelligenti, ma sicuramente più furbi di loro – per decidere cosa fare, cosa dire, cosa pensare.

Sul rapper Fedez invece mi sono già espresso in passato, dalle pagine di CariatiNet, quando difesi il suo diritto di fare il giudice di un talent show su Sky, contestato da certi deputati del PD che non ce lo volevano in quanto simpatizzante del M5S. Dichiarati dementi quei deputati del PD, precisavo che per il resto nutrivo fieri dubbi sulle qualità artistiche e sul senso estetico dell’interessato: dubbi dovuti, di sicuro a causa della mia età, al fatto che non sopporto il rap e che non capisco la smania di taluni  – rapper, appunto; ma anche cantanti veri, calciatori, pugili, fotografi, attori, tangheri & affini – di trasformare la propria pelle in una sorta di murales ambulante (la qualità pittorica, di solito, è analoga).

Fermo restando che sulla sua pelle ognuno è padrone di stampare quel che gli pare, non posso impedirmi di pensare che in tanto elaborato ricoprirsi di immagini, fregi, colori, stucchi e svolazzi ci sia una ben poco larvata smania di esibizionismo. Una smania che, nel caso in esame, è confermata dall’immagine che i due hanno diffuso, nella quale li si vede teneramente abbracciati, lei con un diadema, irto di cuoricini, che in inglese la qualifica “futura mamma”, lui con l’etichetta Daddy (Paparino) sulla chioma.

Presumo che il dubbio attanagliasse da giorni i fan, ansiosi di apprendere se le copule dei due fossero giunte a buon fine, e che l’annuncio ufficiale, così generosamente elargito dalla coppia, abbia dato loro l’agognato sollievo e colmato una così lancinante lacuna culturale.

Da parte mia, miei cari ventiquattro lettori, non posso che ribadire un totale disinteresse verso le capacità procreative di questa, come di qualunque altra coppia (inclusa quella principesca d’Inghilterra) con la quale non abbia un rapporto di parentela o amicizia. Non so quale sarà il commento, al riguardo, del capo indiano Estiquaatzi, commentatore di gossip per i geniali Lillo e Greg. Però posso riferirvi quello di un saggio capotribù che mi onora della sua amicizia. Egli vive nelle lussureggianti e misteriose foreste sub-sahariane del Continente Nero. Informato della notizia, ha alzato le spalle color dell’ebano e mi ha detto: “Potrebbe essere un maschietto, o se no sarà una femminuccia”.

Ah, dimenticavo: il capotribù si chiama Kissely ‘Ngoula.

Giuseppe Riccardo Festa

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta