NUOVO OSPEDALE, NESSUN IMMOBILISMO

La storia insegna che le grandi opere pubbliche non si realizzano nelle conferenze, attorno ai tavoli, ma attraverso la capacità di trasformare le idee in azione. Privilegiando sempre il fare alle parole. Questa è stata ed è la mission degli amministratori virtuosi. Così anche nella realizzazione del nuovo ospedale della Sibaritide l’Esecutivo ANTONIOTTI insieme all’Esecutivo GERACI, continuano a seguire passo dopo passo l’iter progettuale e a confrontarsi con tutte le Istituzioni preposte. In primis con la Regione Calabria che, nei giorni scorsi, attraverso la Stazione unica appaltante ha avviato le procedure di svolgimento della gara con tutte le aziende interessate. Contemporaneamente, proseguono gli incontri tecnici dei due comuni per pianificare gli interventi strutturali funzionali al nascente complesso ospedaliero. È quanto sostengono i Sindaci di Rossano Giuseppe ANTONIOTTI e di Corigliano calabro Giuseppe GERACI, precisando in merito alle perplessità evidenziate dal comitato per il costruendo Nuovo Ospedale, emerse nei giorni scorsi sulle testate giornalistiche locali. Sin dal mio insediamento – dichiara ANTONIOTTI – ho sempre guardato con attenzione ai grandi problemi che riguardano il territorio e, soprattutto, non mi sono risparmiato affinché questi si potessero risolvere. Dalla questione Tribunale, finendo proprio alle gravi problematiche che interessano la Sanità, abbiamo sempre operato con incisività, privilegiando i fatti ai pomposi proclami, o alle continue riunioni che in termini pratici producono poco o nulla. Non a caso ho chiesto ed ottenuto dal direttore generale dell’Asp di Cosenza, Gianfranco SCARPELLI, un incontro operativo sul territorio, che si terrà nei prossimi giorni e che servirà a trovare soluzioni per arginare le diverse criticità emerse nell’offerta del servizio sanitario e a fare il punto sull’iter realizzativo del nuovo ospedale. Rimaniamo attenti affinché questa opera abbia a realizzarsi, creando, così, nuovi e più efficienti servizi al territorio. Insomma, nessun immobilismo. Anzi, grazie anche alla massima attività dei due sindaci dell’Area urbana Corigliano-Rossano e all’interessamento dei rappresentanti istituzionali del territorio, negli ultimi mesi le procedure per la realizzazione del complesso ospedaliero hanno registrato grandi passi in avanti rispetto al passato. Quando sulla vicenda si consumarono inutili passerelle. Basti pensare – prosegue ANTONIOTTI – che lo stesso progetto del depuratore consortile è stato modificato adeguandolo alle prioritarie necessità del nuovo ospedale, trasferendo l’impianto in altro sito, più distante dall’area destinata al nascente nosocomio. L’attenzione e l’interesse che nelle qualità di sindaci stiamo ponendo nei confronti della problematica inerente la realizzazione del Nuovo Ospedale della Sibaritide – prosegue GERACI – è massima. Come ho avuto modo di riferire, le Amministrazioni di Corigliano e Rossano hanno sollecitato il governatore Giuseppe SCOPELLITI, e hanno fatto sentire la propria voce nelle sedi della Regione Calabria e dell’Asp di Cosenza. Per quanto mi riguarda non ci saranno motivi ostativi a convocare in tempi brevi un tavolo tecnico nel quale invitare gli enti interessati alla realizzazione del Nuovo Ospedale. Fermo restando – ribadisce infine il Sindaco di Corigliano – che è necessario che l’offerta sanitaria nel nostro territorio migliori, è credo che la realizzazione del Nuovo Ospedale vada proprio nella direzione di fornire alle popolazioni della Sibaritide una migliore assistenza sanitaria e tutti i servizi ad essa connessa così come il nostro tempo richiede. – (Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta