MANDATORICCESE, COMUNE SPONSOR UFFICIALE

MANDATORICCESE, COMUNE SPONSOR UFFICIALE NASCE SETTORE GIOVANILE CON LA CARIATESE GRASSO: INVESTIAMO SULL’INTEGRAZIONE SOCIALE MANDATORICCIO (Cs), Giovedì 13 Ottobre 2011 – Sport e sociale, continua l’impegno dell’amministrazione guidata dal sindaco Angelo DONNICI, attenta anche al fenomeno sportivo, sia dal punto di vista agonistico, sia da quello, altrettanto importante, della inclusione sociale. Anche quest’anno, il Comune non farà dunque mancare il proprio sostegno alla Mandatoriccio Calcio. Anzi ne diventa sponsor ufficiale. E fa nascere il Settore Giovanile. È quanto fa sapere l’Assessore allo sport Leonardo GRASSO, per il quale si tratta di un’altra importante occasione di crescita e di aggregazione per i tanti giovani che vogliono coltivare, nella propria cittadina, la passione per lo sporto e per il calcio in modo particolare. L’Esecutivo DONNICI si è reso disponibile a fungere da sponsor ufficiale e da sostenitore, in termini economici, della squadra di calcio cittadina, impegnata nel campionato di 3° categoria. Inoltre, in collaborazione con la Società Sportiva CARIATESE, grazie all’impegno ed agli sforzi profusi proprio in questa direzione dall’Assessore, è nato anche il settore giovanile. La partite di calcio, si faranno a MANDATORICCIO e, per la prima volta, saranno organizzate direttamente dal CONI. È in questa occasione, che si inserisce, inoltre, il ripristino del campo di calcio. Lo spirito di aggregazione, la condivisione, il saper fare gruppo – ha detto Leonardo GRASSO – sono componenti che il calcio, così come ogni sport di squadra, possono trasmettere ai ragazzi ed alle ragazze. L’obiettivo – continua l’Assessore – che condividiamo con i giovani della nostra cittadina e del territorio è quello di restituire allo sport uno dei suoi valori più nobili ed autentici, quello di essere la strada più naturale e corretta per l’integrazione sociale ed il rispetto reciproco. Ed il calcio – chiosa GRASSO – deve e può unire oltre che far divertire giovani e meno giovani.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta