MALTEMPO, BASSO JONIO IN GINOCCHIO

CAMPANA (Cs), Venerdì 24 Febbraio 2012 – Maltempo piogge, numerosi i danni in tutto il territorio il Basso Jonio. La Sila Greca è in ginocchio. Colpita la viabilità interpoderale, danni alle aziende zootecniche ed all’agricoltura, in particolare agli uliveti. Nei centri storici, diverse case sono state transennate. E’ vera e propria emergenza. Sono, queste alcune delle criticità emerse nel corso della riunione di crisi ieri (giovedì 23) a Cariati, durante la quale è stato costituito un tavolo permanente. Portavoce dei sindaci e dell’unità di crisi è stato indicato il sindaco di Campana Pasquale MANFREDI che lamenta, senza mezzi termini, la mancanza di una rete istituzionale sovra comunale capace di fronteggiare e di assistere i sindaci dei piccoli comuni, oggi letteralmente lasciati soli nell’emergenza continua. Siamo di fatto soli – dice MANFREDI – in un momento delicato e complicato da tutti i punti di vista. È necessario che la Protezione Civile effettui i sopralluoghi per rendersi conto del tragico dissesto idrogeologico che dobbiamo affrontare ogni qualvolta si presentano condizioni meteorologiche come quelle di queste settimane e di queste ultime 48 ore. Passata l’emergenza – continua il Sindaco di Campana – facciamo la solita conta dei danni e cerchiamo di rimediare, da soli, al meglio. Ma serve altro: un piano serio e concreto, di prevenzione e salvaguardia del territorio. Non siamo in grado – continua – in grado di affrontare, da soli e con le nostre esigue risorse, finanziarie ed umane, emergenze di questa portata. C’è bisogno, dunque, che le istituzioni sovra-comunali si facciano sentire, partendo dalla verifica dei danni sul posto. Ormai rischiamo, ogni giorno – conclude MANFREDI – di restare isolati, non solo fisicamente. All’incontro di ieri a Cariati hanno preso parte, il dirigente del settore viabilità della Provincia di Cosenza Stefano AIELLO insieme ai Sindaci di Cariati, Mandatoriccio, Scala Coeli e Calopezzati. Tante le criticità sottolineate: dal peggioramento del già carente e fragile sistema infrastrutturale da e verso l’interno ai guasti alla rete elettrica, dalle frane sulle poche strade di collegamento provinciale alla razionalizzazione nell’erogazione idrica. E’ emergenza a tutti gli effetti. E va affrontata con determinazione e urgenza – questo l’appello e l’allarme condiviso dai sindaci del basso ionio e della Sila Greca.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta