LONGOBUCCO. IL SINDACO E LA GIUNTA POSSONO ESSERE SFIDUCIATI IN CONSIGLIO

COMUNICATO STAMPA N.4 – GRUPPO CONS. LA NUOVA LONGOBUCCO – 17.11.2021

A MOZIONE OPPOSIZIONE SI AGGIUNGE QUELLA DEI CONSIGLIERI EX MAGGIORANZA

INTEGRAZIONE A ODG PRESENTATA DA PELLEGRINO,ROMANO E FALCONE

 

 

LONGOBUCCO (Cs), mercoledì 17 novembre 2021 – La mozione di sfiducia al Sindaco ed alla Giunta municipale può essere discussa nel Consiglio comunale. Ai quattro consiglieri di opposizione si aggiungono i tre consiglieri fuoriusciti dalla maggioranza, per un totale di 7 rappresentanti consiliari, rispetto al minimo di cinque previsto dalle norme statutarie.

A darne notizia sono i consiglieri comunali de La Nuova Longobucco Domenico Romano e Katia Pellegrino che questa mattina (mercoledì 17) insieme al collega Cosmo Falcone, hanno protocollato la richiesta di integrazione del punto all’ordine del giorno per la convocazione dell’assise.

Al fine di non rendere invalida la mozione di sfiducia già presentata da altri quattro colleghi consiglieri – si legge nel documento – considerato che abbiamo già dichiarato pubblicamente le nostre motivazioni e la conseguente sfiducia nei confronti del Sindaco e della Giunta Comunale, intendiamo sottoscrivere la richiesta di inserimento come punto all’ordine del giorno dell’approvazione della mozione di sfiducia.

La mozione di sfiducia – è spiegato nella richiesta – deve essere motivata e sottoscritta da almeno 2/5 dei consiglieri assegnati. Considerato che nel nostro comune i consiglieri assegnati sono 12 e che il calcolo restituisce un valore arrotondato pari a 4,8 che può essere considerato per arrotondamento in eccesso pari a numero 5. La mozione di sfiducia potrebbe essere sottoscritta da almeno cinque consiglieri comunali.  – (Fonte: Gruppo Consiliare La Nuova Longobucco – Comunicazione Istituzionale/Strategica – Lenin Montesanto Comunicazione & Lobbying)

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta