LA PRIMAVERA DEL CICLO DEI RIFIUTI

LA PRIMAVERA DEL CICLO DEI RIFIUTI RECORD: PARTITA LA TRACCIABILITÀ TELEMATICA SODDISFATTO IL SINDACO: SIAMO I PRIMI IN CALABRIA SARACENA (CS), Giovedì 25 Marzo 2010 – Detto, fatto. Dal record della differenziata a quello della tracciabilità telematica dei rifiuti. E’ partita, ieri (Mercoledì 24) e stamani (Giovedì 25) la rivoluzione, metodologica e culturale, nella produzione e nella gestione dei rifiuti a SARACENA. La Città del Moscato Passito innova (unico comune in Calabria) e suggerisce un modello per l’intera Calabria: differenziare si può, così come produrre meno rifiuti, inquinare di meno e risparmiare differenziando non è affatto una chimera. Si passa dunque alla Tariffa di Igiene Ambientale (TIA) che, per i saracenari, sostituirà la vecchia TARSU. – Incentivare le famiglie che effettuano in modo virtuoso la differenziazione dei rifiuti; migliorare la qualità e aumentare la quantità dei rifiuti differenziati; diminuire la quantità dei rifiuti conferiti in discarica. Sono, questi, gli obiettivi del nuovo sistema di tracciabilità telematica dei rifiuti avviato dal Comune ed al quale sta rispondendo in modo convinto e diffuso tutta la popolazione saracenara, cittadini e operatori del servizio, muniti di lettore di codici a barre per leggere e registrare le etichette incollate, dai cittadini, sulle buste depositate 2 volte a settimana fuori casa. Per SARACENA – ha dichiarato il Sindaco Mario Albino GAGLIARDI – inizia una nuova primavera: la primavera del ciclo integrato dei rifiuti. Dopo due anni e mezzo di sacrifici siamo riusciti a raggiungere a pieno gli obiettivi prefissati. È partita l’attivazione del servizio mediante la tracciabilità telematica dei rifiuti. Siamo il primo Comune della Calabria nel settore. I rifiuti non sono un problema, ma possono diventare opportunità per l’occupazione, per l’ambiente e per un obiettivo amministrativo di alto livello. Abbiamo istituito un’Azienda Speciale, ente strumentale al raggiungimento dell’obiettivo. Ci affidiamo ora ai tecnici per la gestione del nuovo sistema oggi a regime. Ci auguriamo di essere aiutati a perfezionare questo sistema dotandoci di quelle risorse finanziarie indispensabili per l’efficienza e l’economia dell’esperimento. Saracena differenzia oltre 12 tipologie di rifiuti, ma siamo pronti a trattarne ancora di più per raggiungere il risultato della Città di Treviso che ha raggiunto le percentuali del 90%. – Soddisfatto anche il giovane Direttore dell’Azienda Speciale, l’Ing. Pasquale DI VASTO per il quale, l’avvio di questa seconda fase (quella cioè dell’applicazione dei codici a barre), preceduta da diversi momenti di formazione e distribuzione dei codici alle famiglie, è quella più importante. I nostri concittadini – ha aggiunto DI VASTO – stanno rispondendo benissimo e ci stanno aiutando, con un prezioso passaparola, a trasmettere a tutti il messaggio di fondo: più si diminuisce il quantitativo di indifferenziata più vantaggi, singoli e generali si ottengono, economici ed ambientali.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta