SALVATA NEONATA RUMENA ABBANDONATA

ROSSANO (Cs) Venerdì, 27 Dicembre 2012 – Lo scorso martedì 24 dicembre, vigilia di Natale, gli Uffici comunali e le Forze dell’Ordine sono state impegnate nelle operazioni di soccorso di una neonata di nazionalità rumena, abbandonata all’interno di una farmacia cittadina, in Viale MARGHERITA. È quanto fa sapere il sindaco Giuseppe ANTONIOTTI, che ringrazia e plaude al lavoro sinergico messo in campo dalla Polizia Municipale, dalla Polizia di Stato, dal 118 cittadino e dai Servizi Sociali comunali. Una triste vicenda, quella verificatasi alla vigilia di Natale – dichiara il Primo Cittadino – che fortunatamente non ha avuto un tragico epilogo, innanzitutto per il tempestivo intervento dei titolari della farmacia PAPPALARDO, che hanno prestato le prime cure alla piccola. A loro va il mio ringraziamento. Informato dal personale del 118, ho provveduto, quindi, ad allertare i responsabili del Corpo dei vigili urbani e dei Servizi Sociali comunali, che, con la valida collaborazione degli agenti della Polizia di Stato e dei sanitari del Suem-Asp, hanno fornito i primi soccorsi e, successivamente, trasferito la bambina presso il reparto di pediatria dell’Ospedale di Corigliano, dove è tuttora ricoverata. Sono costantemente aggiornato sulle sue condizioni di salute. È impensabile che si verifichino episodi di tale gravità morale e sociale che minano il valore assoluto della società civile, la famiglia. Sul luogo dell’accaduto sono intervenuti celermente una pattuglia della Pm, il responsabile dell’ufficio Servizi Sociali Paolo FONTANELLA e l’assistente sociale comunale Anna Vittoria NOVELLO. Dopo le prime cure somministrate alla neonata da parte dei titolari della farmacia e dei sanitari del 118, la neonata è stata trasferita presso il reparto di pediatria del nosocomio di Corigliano. Congiuntamente le Forze di Polizia intervenute hanno accompagnato il padre della bimba, autore dello sciagurato gesto, negli uffici preposti, per gli accertamenti e i rilievi di rito, procedendo contestualmente al deferimento per la fattispecie penalmente rilevanti riscontrate. (Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying)

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta