la Calabria, non dispone di 4 ML di euro per affrontare le spese elettorali, per le regionali del 23 novembre prossimo

Un paese, quanto l’Italia, che ha tra le sue Regioni, la Calabria, che non dispone di 4 ML di euro per affrontare le spese elettorali, utili all’organizzazione il 23 novembre prossimo della tornata elettorale, può essere credibile? In questi giorni é emerso che non c’é la disponibilità economica per stampare le schede, comprare i registri, le penne e le matite, pagare gli scrutatori e rimborsare i Comuni. Per sanare la vicenda la giunta regionale ha chiesto una convocazione del Consiglio regionale per deliberare la spesa. Il paradosso é che la legislatura é finita ufficialmente da alcuni mesi, a giugno scorso con le dimissioni dell’ex a governatore Scopelliti. Quanto si dice che l’Italia non può fare a meno di un Sud che affronti cambiamenti seri: é proprio vero! Perché ciò abbia effetto serve che i tanti e buoni propositi non restino carta stampata. Insomma é un problema in questo caso non solo della Calabria, ma soprattutto dell’Italia. Soffrire in silenzio non credo serva più. Alla evidente e pericolosissima contraddizione fra teoria e pratica, i cui esiti sono imprevedibili, bisogna trovare una soluzione. Che, ahimè, non vedo spuntare neanche all’orizzonte. Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta