La Calabria brucia: Fate Presto! Appello al Presidente Draghi

Adesso c’è da aiutare un “pezzo” d’Italia che sta scomparendo

Sono in Calabria, la parte ionica, dove sto trascorrendo come da abitudine le mie vacanze estive. Fiamme e temperature record sono le conseguenze della drammatica situazione climatica. 

Ancora non si è raggiunto il picco della forte ondata di calore. Farà molto caldo a Ferragosto. Al caldo sono sopraggiunti i terribili incendi che stanno devastando immense aree di vegetazione.

Altre due persone sono morte in Calabria. Si stavano prodigando nel salvare il salvabile dei loro beni. Si annuncia un disastro ambientale senza precedenti. L’Aspromonte sta letteralmente bruciando. 

La situazione è critica e non ci sono sufficienti mezzi per intervenire. La Regione Calabria ha chiesto l’intervento dell’esercito. Cosa si sta aspettando! Forza! Dopo ci si fermerà a riflettere sulle colpe e l’atavica mancanza di mezzi. 

Adesso c’è da aiutare un “pezzo” d’Italia che sta scomparendo. Aiutate la Calabria, regione fanalino della nostra Penisola. Mi rivolgo al Presidente del Consiglio dei Ministri Draghi. 

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta