Filomena Greco, al Sindaco: Giochi, giochini, giochetti! E la gente intanto se ne va!

Apprendo con enorme sollievo che anche la seconda tranche del finanziamento salva imprese è stato erogato dalla Cassa deposito e prestiti a favore del Comune di Cariati. Caro sindaco ed Egregi consiglieri di maggioranza siamo tutti felici che le Imprese ed i Professionisti di Cariati e non solo, che da anni aspettavano di essere pagati (preciso che la maggior parte dei debiti risultano essere stati contratti negli ultimi 8 anni!) possano finalmente avere quanto di loro spettanza grazie al prestito contratto dal Comune. Il tutto sempre ovviamente a spese del Comune, pardon di tutti i cittadini cariatesi i quali dovranno far fronte non solo alle spese ed agli interessi liquidati dai vari giudici nei diversi giudizi per decreti ingiuntivi e successivi precetti e pignoramenti che hanno visto soccombente il Comune, ma anche agli interessi che matureranno a favore della Cassa depositi e prestiti sul finanziamento erogato. L’augurio è che ciò possa comunque comporta una ripresa per l’economia locale! Mi fa inoltre molto piacere che tutti i componenti della maggioranza unita e compatta (la si vede ad ogni consiglio comunale in prima convocazione!), e soprattutto il sindaco, siano sempre quotidianamente sul “pezzo” e cioè presenti per le strade del nostro Comune e a conoscenza delle problematiche che affliggono la popolazione cercando e individuando il metodo per risolverle! Evidentemente i tanti cittadini che vorrebbero colloquiare gradevolmente con voi e che cercano ogni giorno di mettersi in contatto con qualche esponente della maggioranza sbagliano indirizzo! Sarà che la piazza antistante il Comune sta per cambiare nome? Bah! Quanto ai ricorsi intentati, almeno quelli relativi a quest’ultima consiliatura, non sono solo di forma ma, come è ben noto soprattutto ai tre avvocati presenti in giunta, sono anche di sostanza. Anche noi aspettiamo le decisioni dei giudici e del Prefetto e non pensiamo che ci sia alcun complotto contro la minoranza – anche perché queste autorità superiori hanno problematiche più importanti di cui occuparsi e poco tempo per ordire complotti contro la minoranza, che non ha alcun peso nella democrazia italiana, di qualsiasi Comune figuriamoci di Cariati ma sicuramente potremmo parlare, cosa a mio avviso più grave, di una grande disattenzione e una enorme indifferenza nei confronti di una intera cittadinanza che comunque continua a pagare le tasse ed a far parte del Paese Italia! Caro sindaco nel salutarti mi auguro di incontrarti presto! Se non sbaglio ci dovrebbe essere un Consiglio Comunale per l’approvazione del bilancio di previsione entro il 30 novembre! Siamo a venerdì 22 ed ancora nulla! Ovviamente speriamo che, come avvenuto per l’ultimo consiglio comunale, ci sia nuovamente un consigliere di maggioranza che chieda, come quelli di minoranza, il rispetto dei termini per il deposito dei documenti. Ma forse no! Forse il dare/avere è finito? Non preoccuparti Filippo in fondo ci sono sempre i 20 giorni di tempo che sicuramente il Prefetto ti concederà prima di una eventuale ma improbabile scioglimento del Consiglio Comunale! Giochi, giochini, giochetti! E la gente intanto se ne va! e i negozi intanto chiudono! e i giovani non sanno quale sarà il loro futuro! Mi aspetto una risposta, positiva ti prego, sull’andamento economico sociale del nostro paese ma so che con l’aiuto della diplomazia e della magistrale bravura di Lenin Montesanto sicuramente riuscirete a trovare le parole per ammantare di rosa una realtà che oramai è nera. Ma…. chiu scuru ira menzannott u pò venir (Più buio che a mezzanotte non può venire). Io confido in questo. Filomena Greco

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta